Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
April 18th, 2021
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

Cadaveri Foibe

Il processo sulle foibe fu bloccato

Sergio Dini, ex capo della procura militare di Padova: «Avevamo individuato i responsabili ma l’inchiesta fu trasferita dalla Cassazione e sparì. Il comandante del campo di concentramento di Borovnica? Prese la pensione italiana fino alla morte» di Andrea Pasqualetti - Il Corriere della Sera - 11/02/2021 Fonte: Storia In Rete Dottor Sergio Dini, quando era procuratore militare di Padova lei indagò sulle foibe. Erano i primi anni Duemila. Cosa scoprì? «Innanzitutto avevamo individuato il comandante dei partigiani sloveni del IX Corpus, il reparto partigiano dell’esercito di Tito che fra maggio e giugno del 1945 aveva occupato Gorizia disponendo l’arresto e l’uccisione...
Foiba Ragazzini

I bambini infoibati

Tra le vittime ignote anche molti bambini. La giornalista investigativa Simona Sardi sulle tracce dei minori uccisi dai titini.  di Simona Sardi - 10/02/2021 Fonte: Il Giornale 56 nomi di bambini, con un'età compresa tra 0 e 17 anni, rintracciati dalle Venezie Giulie, Istria e Dalmazia, dal 1945 a oltre il 1947, infoibati non casualmente dai partigiani italo slavo comunisti di Tito. In Istria si muore tramite foiba, in Dalmazia attraverso pietra al collo e annegamento e tra Gorizia e Udine , nelle zone di Rosazzo, Rocca Bernarda, Manzano, si uccide nascondendo nelle fosse comuni, e qualcuno lo soprannomina codardamente "fantasma" per non assumersi le responsabilità e dover...
Norma Nino English

I fumetti di Norma Cossetto e di Nino Benvenuti in inglese

Le foibe, le violenze anti-italiane, il dramma dell'esodo ma, anche, il riscatto... Per la prima volta tradotta in inglese, in edizione internazionale, la storia a fumetti del confine orientale italiano attraverso le opere dell'editore Ferrogallico: "Blood of Istria - Norma Cossetto, an italian story"  Norma Cossetto, a 23 years old student, was tortured, raped and thrown into a foiba in September 1943 by Yugoslavian communist partisans. The indescribable violence against Italians in Istria, culminating in two terrible outbursts made of deportation, summary executions, torture, drownings and people being thrown into the foibe – the first one in the months following the 8th of...
Foiba Di Basovizza Nebbia

Negare Foibe ed Esodo ignorando fatti, cifre e documenti

Anche quest’anno, per il Giorno del Ricordo per la pulizia etnica sul confine orientale italiano, da parte della sinistra postcomunista più o meno riciclata ci verrà propinata la solita poltiglia jugonegazionista, nel tentativo di giustificare i crimini dei comunisti jugoslavi con le violenze dei fascisti cattivi, anzi cattivissimi, di cui riportiamo un esempio. Ma leggiamo il piagnucolio degli jugogiustificazionisti: “Quella delle “foibe” è una vera e propria operazione politico-culturale, che ha contribuito a creare o consolidare un senso comune anticomunista, e anti-antifascista, volto a favorire una memoria contraffatta”, afferma Angelo d’Orsi insieme ai colleghi Andrea...
Ziberna Tremul Gorizia

Gorizia Capitale Europea della Cultura riguarda anche l’Istria

CAPITALE DELLA CULTURA, CON L’UNIONE ITALIANA LE INIZIATIVE ARRIVERANNO ANCHE IN ISTRIA  Ziberna ha incontrato il presidente Tremul: “Gorizia e Nova Gorica stanno già diventando esempio per le altre zone di confine” Studiare insieme nuove iniziative per portare il messaggio della prima storica Capitale europea della cultura transfrontaliera anche in Istria. È la proposta che i sindaci di Gorizia e Nova Gorica, Rodolfo Ziberna e Klemen Miklavic, hanno ricevuto dal presidente dell’Unione Italiana, Maurizio Tremul, realtà che rappresenta la comunità italiana nell’Istria slovena e croata. “Il nostro obiettivo – ha detto Tremul – è sempre stato quello di promuovere e...
Vita A Palazzo Silos

Gli esuli al Silos di Trieste

Vita a Palazzo Silos, di Annamaria Zennaro Marsi, racconta l’esperienza da bambina dell’autrice, esule di Cherso, al Silos di Trieste. Il libro, oltre a fotografie originali dell’autrice, contiene anche quindici video dell’epoca, accessibili tramite i QR code inseriti nel testo e visualizzabili su YouTube: http://www.youtube.com/watch?v=lOLNXLgUdaQ&list=PL8I-L_FfF6oNgyhuen_Li9KbPL3McH9gs Si tratta di video originali dell'epoca, filmati da Giuseppe "Pino" Fucci, esule da Pola e anch’egli ospite al Silos con la famiglia per molti anni, e montati da Maria Grazia Fucci. Il Silos di Trieste, già deposito di granaglie e terminale ferroviario ai tempi dell’Impero...
Dopolaguerralapace

Il coraggio e la forza di Norma Cossetto

In occasione dell'8 marzo, Giornata Internazionale della Donna, segnaliamo questa pubblicazione dedicata a Norma Cossetto, una ragazza che è diventata il simbolo del martirio dell'italianità adriatica.   Rossana Mondoni - Luciano Garibaldi, Dopo la guerra c'è solo la pace. Il coraggio e la forza di Norma Cossetto, Presentazione di Giuseppe Castronovo, Prefazione di Maria Canale, Introduzione di Maria Grazia Ziberna, Solfanelli, Chieti 2021; 160 pp., 13,00 €.   Ricordare e far conoscere ciò che è avvenuto durante la Seconda guerra mondiale a Trieste, Gorizia, Pola e Fiume, in tutta l’Istria e la Dalmazia, oltre a dare una sorta di giustizia all’immane...
Genova No Foibe No Party

Genova, oltraggiati i Martiri delle Foibe

Il Comitato 10 Febbraio esprime sdegno per l’affissione di manifestini che oltraggiano i Martiri delle Foibe. Merlino (Presidente C10F) “Nostalgici di Tito in azione, il Comune si costituisca parte civile.” “No Foibe, No Party”. Questo il triste slogan contenuto in manifestini affissi abusivamente nei giorni scorsi a Genova. A denunciare per primo questa grave offesa ai Martiri delle foibe e alla città intera è stato il consigliere comunale Antonino Sergio Gambino, al quale si è subito associato l’editore e intellettuale Andrea Lombardi. Alla denuncia degli esponenti genovesi si associa il Comitato 10 Febbraio. “I nostalgici del comunismo assassino del Maresciallo...
GoliOtok

Goli Otok, il lager di Tito

ome ormai tutti sappiamo quest’anno ricorre il centenario della nascita del Partito Comunista d’Italia. I comunisti in generale, quelli italiani in particolare si sono sempre elevati al rango di unici custodi della VERITA’. Gli intellettuali di sinistra hanno sempre maledetto qualsiasi forma di ” revisionismo storico”, non considerando che la conoscenza della storia è sempre in movimento, perché possono emergere fatti nuovi, o poco conosciuti, vengono aperti archivi, desegretati documenti e tanto altro. Come ebbe modo di scrivere il giornalista Pansa: “Forse bisognerebbe ricordare a tutti quei “professoroni” che vi fu sempre un “negazionismo trinariciuto”, ben più...
IlDalmata

Il Dalmata di marzo 2021

Può essere qui liberamente consultato online ovvero scaricato in formato Pdf il numero di marzo 2021 de "Il Dalmata", mensile dell'Associazione Dalmati Italiani nel Mondo - Libero Comune di Zara in Esilio: Il Dalmata 03_2021 Ampio spazio è dedicato al Giorno del Ricordo ed ai 200 anni di attività della Luxardo.