Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
September 27th, 2021
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

MattarellaRicordo

Il Giorno del Ricordo non si contrappone alla Shoah

In merito alle dichiarazioni del Rettore dell'Università per Stranieri di Siena, Prof. Tomaso Montanari, duole constatare che la storia del confine orientale viene interpretata sempre nell’ambito del fascismo e dell’attacco politico alla destra, dimenticando secoli di presenza, storia, cultura e tradizione italiana sulle coste dell’Adriatico orientale, nonché l’adesione al Risorgimento di classi dirigenti e volontari autoctoni. Anche la storia dell'arte, disciplina che Montanari insegna, dimostra che le coste dell'Adriatico orientale hanno mantenuto nel corso dei secoli un profondo legame culturale ed identitario con la penisola italiana, in termini di committenze e di artisti che...
Urbano Corva Miramare

Corva, Marussig e Dudovich disegnatori adriatici

Urbano Corva nasce nel 1901 a Susak, all'epoca sobborgo di Fiume austro-ungarica, ma ben presto la famiglia si trasferisce a Trieste. L’artista fu un innovatore nella grafica pubblicitaria del Novecento all'interno di una nutrita pattuglia di disegnatori provenienti dall'Alto Adriatico orientale: attivo dagli anni Venti, è morto nel 1982.   Il Piccolo -...
Montenegro Indipendente 210506

Il Montenegro a un anno dal cambio del potere

“I cittadini sono contenti che il DPS di Đukanović sia stato finalmente rimosso dal potere, ma non sono affatto soddisfatti dall’operato del governo di Zdravko Krivokapić. Il tempo ha dimostrato che Krivokapić non è stato una scelta felice per guidare il primo governo post-Đukanović in Montenegro. Tuttavia, è sempre meno peggio avere il governo Krivokapić al potere che il regime del DPS di Đukanović, e solo per questo motivo l'attuale esecutivo continua a rimanere in piedi”, afferma Vladimir Pavićević, direttore della Società per la ricerca politica e la teoria politica, in un’intervista a OBC Transeuropa, in occasione del primo anniversario dello storico cambio di...
Visinada

Visinada, gemma incastonata nel cuore dell’Istria

In questo caldo agosto, per chi si trova in Istria,  è consigliabile prendere la cara, vecchia e poco trafficata via Flavia e magari fare una sosta a Visinada, posta proprio sull’incrocio della via imperiale romana con quella che da Parenzo porta a Pinguente. Da lì si può ammirare uno splendido panorama su tutta la valle del Quieto e godere della tonificante ventilazione naturale. In quella valle ancora c’è una buona presenza della popolazione italofona autoctona e i centri abitati, di antica fondazione, sono straordinariamente belli,  ricchi di eccellenze artistiche e non  rovinati dal turismo di massa. Per esempio Visinada vanta la bellissima chiesa dedicata ai santi...
Tracce D Esilio

“Tracce d’esilio” al CRP di Laterina

Mai come dopo il 2004, anno dell’istituzione del Giorno del Ricordo, si è visto un periodo così florido di libri sull’esodo giuliano dalmata. Saggi, ricerche storiche, testimonianze e romanzi: vari autori si stanno buttando in questa indagine per troppo tempo, dal secondo dopoguerra, relegata nel silenzio. Non sono solo memoriali afflitti da vittimismo, come osano sostenere i giustificazionisti, i riduzionisti e i negazionisti del tema delle foibe. Si possono trovare anche ampi studi accademici, inchieste giornalistiche, racconti, liriche, ricerche archivistiche, con interviste e sopralluoghi sul campo. È il caso anche di questo libro. Giuliana Pesca, Serena Domenici e Giovanni...
Gonfalone Di Perasto

23 agosto 1797, il giuramento di Perasto

AL termine della sua prima campagna d'Italia, Napoleone Bonaparte, di cui ricorrono nel 2021 i 200 anni dalla morte, nel 1797 a Campoformido aveva deliberatamente fatto omaggio all’Impero d’Austria della Repubblica di Venezia, comprese le sue pertinenze sulla terraferma, in Istria e in Dalmazia. Fu proprio nella cosiddetta Dalmazia montenegrina che il Conte Giuseppe Viscovich il 23 agosto di quell’anno seppellì il gonfalone della Serenissima sotto l’altar maggiore della chiesa parrocchiale di Perasto. Di quella mesta cerimonia, raffigurata in un celebre dipinto di Giuseppe Lallich, restò agli annali il motto Ti con nu, nu con ti, che simboleggiava il secolare legame degli...
Favela Dignano

«Favelà»: recupero e tutela dell’antica parlata dignanese

La piazza davanti Palazzo Bradamante a Dignano ha ospitato la cerimonia conclusiva del Premio letterario dialettale. Mancata quest'anno la partecipazione di autori della terza età.  Quest’anno, a Dignano, jo favelà la piasa. Questo perché la serata conclusiva del Concorso “Favelà”, organizzato dalla locale Comunità degli Italiani congiuntamente alla Famiglia dignanese, non si è svolta come al solito nella piazzetta dietro il campanile, bensì in piazza, davanti Palazzo Bradamante, che è scenografia tutto dire. In avvio di serata si sono rivolti ai presenti con discorsi di circostanza il presidente del sodalizio, Livio Belci, il presidente della Famiglia dignanese,...
IlDalmata

Il Dalmata di agosto 2021

Può essere gratuitamente consultato online ovvero scaricato in formato Pdf il numero di agosto 2021 de "Il Dalmata", mensile dall'Associazione Dalmati Italiani nel Mondo - Libero Comune di Zara in Esilio: Il Dalmata 114b_digitale agosto 21 In questo numero ampio spazio è dedicato al 67° Raduno previsto a Senigallia il 25 e 26 settembre e nel corso del quale verranno rinnovate le cariche sociali per il quinquennio 2021/2026. PROGRAMMA TUTTE LE MANIFESTAZIONI SI SVOLGERANNO AL TEATRO LA FENICE in via Cesare Battisti, 30 (a cinque minuti da piazza del Duomo, dove verrà celebrata la Santa Messa). Come da nuove disposizioni di legge all’entrata sarà necessario esibire il green...
Cioche Gallesano La Voce Del Popolo

Gallesano, «Festa delle cioche» contenuta e fantasiosa

Squisitissima Festa delle cioche a Gallesano, domenica sera. Non in termini gastronomici, perché le misure anti Covid, adottate per contenere il contagio, hanno finito anche per contenere la stessa festa. Che comunque resta avvenimento irrinunciabile. Quindi, facendo di necessità virtù, la locale Comunità degli Italiani, che organizza l’evento, ha pensato a una serata intitolata “Ricordando la festa delle cioche”. Un bel modo per tenersi in allenamento per quando tutto finirà e si ritornerà a preparare il gustoso sugo da accompagnare alla polenta. Che cosa ha offerto, dunque, il sodalizio? Un concorso fotografico che ha visto nelle lumache il soggetto degli scatti e un...
1946 08 18 Vergarolla Da Grido Dell Istria

Ha un nome l’uomo della foto della strage di Vergarolla

75 anni fa l'esplosione a Pola che dilaniò cento persone. Bruno Castro, testimone diretto, dal Canada racconta per la prima volta la verità sulla foto simbolo della foto con la bambina decapitata. Un colpo secco come di pistola, poi la fine del mondo: un’esplosione frantuma le rocce su cui migliaia di persone si stanno godendo l’assolata domenica di agosto, la pineta divampa in un rogo, il mare si arrossa di sangue e i gabbiani impazziti si contendono i resti umani che piovono dal cielo. Mentre un fungo di fumo si alza dalla spiaggia, per un raggio di chilometri la città intera sobbalza mandando in pezzi vetrine e finestre. Pola, Italia, 18 agosto 1946, oggi 75 anni...