Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
August 24th, 2019
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Category Archive for: ‘News’

ZanellaLibro

La fine dell’autonomismo fiumano

È stato ricordato in questi giorni nella rubrica "Segnalazioni" del quotidiano "Il Piccolo di Trieste" che Riccardo Zanella a Fiume un secolo fa è stato «l’anti vate», come d’altro canto ha documentato Amleto Ballarini, presidente emerito della Società di Studi Fiumani, nel suo libro “L’antidannunzio a Fiume: Riccardo Zanella” (Italo Svevo, Trieste 1995). Da tale lettura si può evincere il rapporto contrastato che Zanella ebbe con Gabriele d’Annunzio, dall’iniziale simpatia per il progetto annessionista (nella fase finale dell’Impero austro-ungarico l’autonomismo fiumano, tradizionalmente lealista ma con la tutela dell’italianità cittadina tra i suoi principi,...
SenGigante

Il popolo dell’esodo giuliano-dalmata commemora Gigante e Diana

L’arca del Vittoriale degli italiani che Gabriele d’Annunzio volle destinare al Senatore Riccardo Gigante, irredentista fiumano che fu tra i più stretti collaboratori del Vate durante la Reggenza italiana del Carnaro, non rimarrà più vuota. Gli accertamenti dei Carabinieri hanno appurato che tra i resti umani rinvenuti nella fossa comune di Castua, nei pressi di Fiume, grazie alle ricerche effettuate dalla Società di Studi Fiumani ed esumati l’anno scorso vi sono anche quelli di Gigante e del vicebrigadiere dei Carabinieri Alberto Diana. Entrambi trovarono la morte appena il capoluogo del Carnaro fu occupato dall’esercito partigiano di Josip Broz “Tito” il 3 maggio 1945....
IlDalmata

Il Dalmata con il programma del raduno 2019

Può venire scaricato gratuitamente in formato Pdf il nuovo numero de "Il Dalmata", organo ufficiale dell'Associazione Dalmati Italiani nel Mondo - Libero Comune di Zara in Esilio: all'interno il programma e le indicazioni per il il raduno del 12-13 ottobre 2019 a Senigallia (AN) Il Dalmata 104c
IMG 20190628 WA0029

D’Annunzio, Fiume e la Carta del Carnaro

Si è trattato di un convegno di studi all’insegna dell’interdisciplinarietà e dell’approccio da prospettive e studi diversificati: «IL LUNGO NOVECENTO La questione adriatica e Fiume tra le due Conferenze di pace di Parigi 1919-1947» si è svolto il 27-28 giugno 2019 a Gorizia a cura dell’Associazione Coordinamento Adriatico APS con il patrocinio del Comune di Gorizia e con il contributo della L. 72/2001 e successive modifiche. Introducendo i lavori il Prof. Avv. Giuseppe de Vergottini, presidente di CA ed emerito dell’Alma Mater Università degli Studi di Bologna, ha ricordato l’importanza dell’imminente centenario della spedizione di Gabriele d’Annunzio a Fiume, non...
TestataArena

“L’Arena di Pola” di giugno 2019

ARIA DE CASA: non poteva che essere questo il titolo della prima pagina de L'Arena di Pola di giugno, dopo il tradizionale incontro a Pola dal 14 al 18 giugno, vissuto così intensamente sia da chi c’era che da chi non c’era, ma avrebbe voluto esserci. Un numero speciale, con pagine a colori, le foto di Luca Tedeschi e diversi video per documentare dei momenti salienti. Come sempre però, non mancano tante altre notizie di cronaca, informazioni e storia. Ecco il sommario: - Il benvenuto con cui il presidente ha dato ufficialmente avvio all’incontro polesano - il fondo del direttore sugli attesi giorni assieme - I saluti del presidente di FederEsuli Antonio Ballarin e di ANVGD...
StatuaDAnnunzio

D’Annunzio assieme a Oberdan e a Sauro

La proposta di dedicare una statua a Gabriele d’Annunzio nel centro di Trieste ha destato i clamori dei nostalgici di quell’Austria felix, che scomparve dalla storia un secolo fa in circostanze tali da far dubitare che fosse poi così felix come costoro sognano. I detrattori del monumento considerano d’Annunzio un guerrafondaio, ma si dimenticano che quel conflitto in cui si svolse la campagna interventista di d’Annunzio e altri (nazionalisti indubbiamente, ma anche socialisti come Cesare Battisti, irredentisti di ispirazione mazziniana, ecc.) riguardava un conflitto che fu proprio l’Austria-Ungheria a scatenare con il pesantissimo ultimatum consegnato alla Serbia e la...
Logo Coordinamento2

Bollettino Coordinamento Adriatico 02/2019

Il bollettino "Coordinamento Adriatico" 02/2019 dell'Associazione Coordinamento Adriatico APS può essere letto gratuitamente in formato pdf a questo link: http://www.coordinamentoadriatico.it/wordpress/wp-content/uploads/2019/03/CA-02.19.pdf
Red Land Dvd

Red land – Rosso Istria in DVD

Siamo nel settembre del 1943, nei giorni in cui nei territori italiani del fronte orientale scoppia il caos a seguito dell’armistizio dell’8 settembre. Con l’esercito italiano oramai allo sbando, le popolazioni Istriane, Fiumane, Giuliane e Dalmate, si trovano ad affrontare un nuovo nemico: i partigiani di Tito che avanzano in quelle terre, spinti da una furia anti-italiana. In questo drammatico contesto storico, avrà risalto la figura di Norma Cossetto, giovane studentessa istriana, laureanda all’Università di Padova, barbaramente violentata e uccisa dai partigiani titini. Il film, realizzato con il contributo dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, può essere...
Il Lungo Novecento Locandina

Coordinamento Adriatico affronta il centenario dell’impresa dannunziana

L’Associazione Coordinamento Adriatico APS organizza, con il contributo della Legge 72/2001 e successive modifiche e con il patrocinio del Comune di Gorizia, il convegno di studi “Il lungo Novecento. La questione adriatica e Fiume tra le due Conferenze di pace di Parigi 1919-1947”, incentrato sul centenario della spedizione di Gabriele d’Annunzio a Fiume (12 settembre 1919 – Natale di Sangue del 1920). Tale convegno, di cui usciranno entro l’anno anche gli atti, si svolgerà a Gorizia: i lavori si apriranno giovedì 27 giugno alle ore 17:00 presso la sala conferenze del Grand Hotel Entourage in Piazza Sant’Antonio 2 con il saluto delle autorità per proseguire...
StatuaDAnnunzio

D’Annunzio protagonista della sua epoca e dell’italianità adriatica

Gabriele d’Annunzio, personaggio complesso e dalle mille sfaccettature, continua a subire critiche basate su di una storiografia obsoleta e condizionata da luoghi comuni che ormai sono stati superati anche dalla divulgazione storica più recente. La stessa impresa fiumana va contestualizzata nella cornice storica che vide il deputato Andrea Ossoinack, rappresentante di Fiume democraticamente eletto, appellarsi nell’ottobre 1918 durante una delle ultime sedute del Parlamento asburgico di Budapest al principio di autodeterminazione dei popoli per spiegare la volontà di venire annesso all’Italia che il capoluogo del Carnaro andava manifestando con sempre maggior convinzione. Il...