Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
June 13th, 2024
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

Muro Berlino

Il 9 novembre è la Giornata della Libertà

Il 9 novembre 1989 è la data in cui è ufficialmente crollato il Muro di Berlino, simbolo della Guerra Fredda e della divisione dell’Europa in due blocchi contrapposti.

La conseguente riunificazione della Germania è stata seguita da altri avvenimenti che hanno portato all’implosione dell’Unione Sovietica, al crollo dei regimi comunisti nell’Europa orientale, alla divisione della Cecoslovacchia ed al crollo della Jugoslavia. Quest’ultimo evento in particolare ha avuto una serie di ricadute che hanno riguardato anche l’italianità adriatica, a partire dalla ridefinizione del Trattato di Osimo da parte dell’Italia con la Slovenia e la Croazia in quanto Stati successori della Jugoslavia appunto per giungere alla nascita di nuovi confini che rischiavano di compromettere la coesione della comunità italiana autoctona suddivisa tra Slovenia, Croazia e Montenegro, passando per la caduta del “muro” che divideva Gorizia e Nova Gorica (che nel 2025 saranno congiuntamente Capitale Europea della Cultura).

La Repubblica italiana prevede per legge la celebrazione del Giorno della Libertà proprio il 9 novembre: è bene ricordarlo anche con riferimento ai totalitarismi che hanno colpito la frontiera adriatica nel corso del Novecento. [LS]

Legge 15 aprile 2005, n. 61

“Istituzione del «Giorno della libertà» in data 9 novembre in ricordo dell’abbattimento del muro di Berlino”

pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 95 del 26 aprile 2005


ART. 1.

1. La Repubblica italiana dichiara il 9 novembre «Giorno della libertà», quale ricorrenza dell’abbattimento del muro di Berlino, evento simbolo per la liberazione di Paesi oppressi e auspicio di democrazia per le popolazioni tuttora soggette al totalitarismo.

2. In occasione del «Giorno della libertà», di cui al comma 1, vengono annualmente organizzati cerimonie commemorative ufficiali e momenti di approfondimento nelle scuole che illustrino il valore della democrazia e della libertà evidenziando obiettivamente gli effetti nefasti dei totalitarismi passati e presenti.