Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
July 14th, 2024
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

Casa del Ricordo: una realtà

Questo pomeriggio la cerimonia di consegna delle chiavi

La Casa del ricordo dell’esodo degli istriani fiumani e dalmati da oggi ha una nuova sede. “Mantenere una promessa per tenere viva la memoria storica”: con questo obiettivo il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, oggi ha consegnato all’associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e alla società di studi Fiumani la nuova sede in via di San Teodoro.

Presenti anche Donatella Schurzel, presidente del comitato provinciale dell’Anvgd, Marino Micich e Amleto Ballarini della Società di Studi Fiumani, Andrea De Priamo e Federico Guidi, consiglieri capitolini, Antonio Ballarin, presidente Anvgd.
La realizzazione della Casa del ricordo è avvenuta nell’ambito del protocollo d’intesa firmato lo scorso 7 febbraio tra Roma Capitale, Anvgd e Società studi Fiumani.

“In questo mio primo mandato- ha detto il sindaco- sarebbe mancato qualcosa senza la realizzazione della promessa della Casa del ricordo, per me un impegno fondamentale che mi da soddisfazione anche umana e personale. Non si puo’ fare il sindaco se non si presta attenzione anche alla memoria storica. Questo luogo e’ molto evocativo e importante, a due passi dai Fori nel cuore della Capitale”.
Un luogo che per il sindaco “diventi spunto per un’attività concreta, spero questa sede verrà sfruttata fino in fondo, un avamposto per cominciare un lavoro che deve continuare, perché guai a quando un popolo perde la propria memoria storica. Un lavoro fondamentale per Roma e per l’Italia, non si puo’ essere italiani senza essere anche un po’ Giuliano-dalmati”.
Grande la soddisfazione dei giuliano-dalmati di Roma. “Cari soci e amici, – scrive in una nota il Comitato provinciale dell’ANVGD di Roma – l’evento di oggi pomeriggio alle 17,00 con la consegna delle chiavi della Casa del Ricordo, sita in Via di S. Teodoro a Roma, al nostro Comitato Provinciale romano unitamente alla Società di Studi Fiumani, è un grande successo e un risultato che sino ad ora solamente noi siamo riusciti ad ottenere, grazie alla collaborazione attiva e all’impegno, condotto sino in fondo dal Consiglio comunale e dal sindaco Alemanno che ha mantenuto le sue promesse. Naturalmente, seguirà a tempo debito un’inaugurazione ufficiale di questo prestigioso sito, posto nel cuore di Roma, centralissimo e raggiungibile da parte di chiunque, che rappresenterà nel tempo un luogo dove poter ospitare quanti siano esuli, discendenti e soprattutto cittadini, provenienti da qualunque luogo e desiderosi di conoscere una parte di storia d’Italia molto importante, guardando al futuro”.

L’Osservatore Adriatico