Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
April 22nd, 2024
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

Viaggio In Istria Un Racconto Per Immagini Copertina Coordinamento Adriatico

Fotografie ed emozioni in “Viaggio in Istria. Un racconto per immagini”

Coordinamento Adriatico ha dato alle stampe in collaborazione con Scripta Edizioni “Viaggio in Istria. Un racconto per immagini”, che è il prodotto finale di un progetto di ricerca dal titolo “Fotografia storica in Istria e Dalmazia. Inventario fotografico delle tracce storiche sulla costa istriano dalmata”.

Tale progetto, promosso da Coordinamento Adriatico APS di Bologna e coordinato dall’Architetto Emanuele Bugli con la collaborazione dell’Avvocato Davide Lo Presti e dell’Architetto Martina Rigoni, è stato finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ai sensi della Legge 16 marzo 2001 n. 72, recante «Interventi a tutela del patrimonio storico e culturale delle comunità degli esuli italiani dell’Istria, da Fiume e dalla Dalmazia», e successive proroghe ed integrazioni.

Le fotografie di Martina Rigoni vanno a comporre in quest’opera un itinerario ricco e completo lungo le tracce dell’architettura e della cultura italiana nell’Adriatico orientale: per gentile concessione dell’editore, pubblichiamo la Presentazione dell’Architetto Rigoni.

***

L’interesse e la passione per la fotografia di architettura, comuni a tutti noi autori, sono stati la scintilla che ha dato avvio a questo progetto.

Successivamente alla maturata volontà di realizzare qualcosa di tangibile, che potesse tramandare le immagini che sono nel cuore di tutti gli esuli italiani, è seguita una fase più riflessiva, meno emotiva, sfociata nella preparazione lunga e meticolosa di ricerca e schedatura dei segni della storia comune alle genti dell’Alto Adriatico. Lo sviluppo e la realizzazione di questo progetto sono stati essi stessi un viaggio prima del viaggio, a partire dalla costruzione di quello che è stato il percorso sul territorio alla ricerca dei luoghi e delle architetture.

Il mio viaggio in questa terra ricca di storia e cultura, che in questo libro voglio condividere con voi, è stato sorprendente. Non di rado mi è sembrato di essere catapultata a Roma o a Venezia, tante erano le somiglianze con le città da cui hanno avuto origine molte delle architetture locali.

Un viaggio iniziato a Parenzo, di cui colpiscono particolarmente l’urbanistica di impronta romana, con il Cardo e il Decumano, e la
Basilica Eufrasiana, con i suoi meravigliosi mosaici bizantini, oltre ai numerosi palazzi di stampo tipicamente gotico-veneziano.

Poi Pola, ricca di architetture romane, tra cui la famosa arena e il teatro romano, oltre all’Arco dei Sergi, a Porta Gemina e Porta Ercole, al maestoso Tempio di Augusto e ai resti di quello che era il Tempio di Diana. Nascosto nel cortile di accesso ad un  ambulatorio medico, introvabile per un passante non informato in quanto non segnalato, si trova un meraviglioso mosaico di origine romana molto ben conservato, che rappresenta la punizione di Dirce.

Le isole Brioni, ancora, sono ricche di cultura e natura, in gran parte incontaminata. L’isola di Brioni Maggiore infatti è costellata di resti di architettura romana, tra cui quel che rimane di una villa rustica (Baia Verige), delle terme, di un castrum bizantino e della Basilica di Santa Maria. Inoltre vi è un castello di origine veneziana.

Pirano, situata oggi in territorio sloveno, è una cittadina al cui interno si trovano degli scorci tipicamente veneziani, grazie ai suoi palazzi in stile gotico, e al campanile della Chiesa di San Giorgio, chiaramente ispirato al più celebre di San Marco (così come altri campanili istriani, tra cui quello di Cittanova, di Isola e di Rovigno).

Sorprendenti i resti romani di Nesazio, situati ad oggi in una corte privata. Sono qui ben visibili le fondazioni di una basilica cristiana, di un tempio e delle terme romane.

Non sono facilmente accessibili al pubblico anche i resti dei mosaici romani della Villa Rustica di San Simone, vicino ad Isola.

Numerosi sono anche i leoni marciani che si possono scorgere tra le strade di Pirano, Capodistria, Rovigno, Isola e gli altri paesi della zona, che testimoniano l’annessione del territorio alla Repubblica di Venezia.

In questa raccolta ripercorriamo le tappe di questo percorso, alla scoperta del territorio Istriano e delle sue architetture romane e veneziane.

Buon viaggio.

Martina Rigoni