Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
February 26th, 2024
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

Alpini Raduno Udine 2023 Parata 3

Gli Alpini onorano e ricordano l’italianità di Pola, Fiume e Zara

Udine e tutto il Friuli Venezia Giulia sono stati pacificamente invasi dalle penne nere, giunte a migliaia da tutta Italia in occasione del 94° raduno annuale dell’Associazione Nazionale Alpini (11-14 maggio 2023). È stata quindi un’occasione per rinsaldare il profondo legame tra gli alpini e questa regione del confine orientale, non solo con riferimento alle vicende belliche o al gran numero di soldati di questo corpo da qui provenienti.

Significative cerimonie hanno ad esempio ricordato il generoso contributo fornito dagli appartenenti all’A.N.A., associazione di volontariato integrata nei ranghi della Protezione Civile, in occasione del terribile terremoto del 6 maggio 1976.

Oltre alla cerimonia ufficiale svoltasi al Sacrario di Redipuglia, numerose delegazioni di alpini hanno poi reso omaggio al più grande cimitero militare in Italia ed ai 100.000 caduti lì sepolti (60.000 dei quali ignoti). Così come varie sezioni dell’associazione si sono organizzate in modo da rendere omaggio al Monumento Nazionale della Foiba di Basovizza, ove già in occasione delle manifestazioni istituzionali del 10 Febbraio la loro presenza di anno in anno è sempre più ampia.

È invece una consuetudine che si ripete ad ogni raduno quella di svolgere nella giornata del sabato una messa organizzata dei gruppi di Zara, Fiume e Pola in suffragio degli alpini istriani, fiumani e dalmati “andati avanti” e dei caduti di tutte le guerre. Sono, infatti, affiliati alla sezione di Venezia i gruppi A.N.A. delle province che l’Italia ha perso per effetto del Trattato di pace del 10 febbraio 1947: anche in questo ambito si manifesta il legame tra la città della Serenissima e l’italianità dell’Adriatico orientale.

«Nel 1929 si costituì la Sezione di Fiume dell’Associazione Nazionale Alpini – ci spiega Franco Pizzini, penna nera che collabora assiduamente con il Comitato di Bergamo e con la Delegazione di Brescia dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia – e 3 anni dopo la sezione di Zara, mentre gli alpini istriani appartenevano a quella di Trieste. In seguito alle mutilazioni territoriali successive alla Seconda guerra mondiale, tali sezioni si sono ricostituite in esilio a inizio anni Cinquanta. Si preferì non affiliarsi alla sezione triestina poiché la situazione del Territorio Libero di Trieste era ancora in bilico ed oltremodo delicata, quindi si scelse Venezia in virtù del suo storico rapporto con quelle terre»

La Messa si è svolta la mattina di sabato 13 maggio a Udine presso la centralissima Basilica della Beata Vergine delle Grazie con la partecipazione di una rappresentanza del Comitato Anvgd di Udine.

Gli alpini rappresentano uno dei simboli di coesione nazionale ed identitaria tra i più significativi in Italia e per la comunità degli esuli giuliano-dalmati è motivo di orgoglio vedere che la sfilata che conclude le giornate del raduno annuale viene aperta dagli striscioni che ricordano Istria, Fiume e Dalmazia, rappresentate dai gruppi A.N.A. di Fiume, Zara e Pola costituitisi in esilio all’interno della sezione di Venezia.

«È dal raduno di Firenze del 1957 che la sfilata viene aperta – ancora Franco Pizzini, capogruppo delle penne nere fiumane – nel segno delle province perse dall’Italia al termine della Seconda guerra mondiale. Inizialmente c’erano alpini istriani, fiumani e dalmati ad animare questi tre gruppi: l’ultimo è venuto a mancare nel 2018. Col passare del tempo abbiamo allargato i ranghi ai loro discendenti che avessero fatto il militare nelle truppe alpine, adesso accogliamo anche alpini simpatizzanti della storia giuliano-dalmata, ben badando a non prenderci in casa facinorosi ed esaltati»

Da parte dei vertici dell’A.N.A. c’è quindi grande sensibilità per la storia del confine orientale italiano e nel corso del raduno è stata confermata la notizia che Aldo Duiella, capogruppo di Zara, entrerà a far parte del rinnovato Consiglio Nazionale dell’associazione, il ché garantirà ulteriori attenzioni nei confronti delle tematiche che maggiormente stanno a cuore al popolo dell’Esodo.

Appuntamento tra un anno a Vicenza per il 95° raduno.

Lorenzo Salimbeni

Sul canale YouTube del Centro di Documentazione Multimediale della cultura giuliana, istriana, fiumana e dalmata (CDM) è possibile vedere il passaggio dei Gruppi di Pola, Fiume e Zara alla partenza della sfilata del 94° raduno dell’Associazione Nazionale Alpini (Udine, 14 maggio 2023):

https://youtu.be/PiMO8mxKRJg