Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
August 3rd, 2021
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

Zara

Letteratura, arte e cultura tra le due sponde dell’Adriatico

Le città di Zara e Zaravecchia (Biograd na Moru) saranno nelle prossime giornate luogo di incontro di docenti e scienziati zaratini e padovani, cui prenderanno parte anche professori di altre università croate e straniere. Il Dipartimento di Italianistica della Facoltà di Filosofia dell’Università di Zara ospiterà infatti da domani, giovedì, a sabato, 25 ottobre, la X edizione del convegno internazionale “Letteratura, arte, cultura tra le due sponde dell’Adriatico”. All’incontro di alto profilo scientifico interverranno studiosi, professori e docenti provenienti dalla Croazia, dall’Italia, dagli Stati Uniti, dalla Slovenia, dalla Bosnia ed Erzegovina e dalla Serbia, che si occupano di letteratura, linguistica, dialettologia, storiografia, traduzione e cultura che riguardano sia la sponda italiana che quella croata dell’Adriatico.

Creare una rete internazionale Obiettivo del convegno è creare una rete internazionale tra il ricco patrimonio letterario, artistico e culturale dell’Italia e della Croazia, promuovere la feconda collaborazione culturale tra le due sponde nel corso dei secoli e valorizzarla. L’incontro sarà senza ombra di dubbio un’ottima occasione per uno scambio di idee, opinioni e risultati ottenuti da ricerche pluriennali. Le conferenze riuniranno studiosi impegnati in tre giornate di studio, che affronteranno le problematiche circa il lavoro e il pensiero della filosofia, letteratura e arte, trattando temi linguistici e poetici come pure quelli riguardanti la storia, l’antropologia, il diritto, la lessicologia, la fraseologia, la dialettologia, la retorica, la filosofia pratica e la filologia, la metafisica, l’archeologia, la musica e la gastronomia, quest’ultima vista come mezzo di comunicazione.

Temi di letteratura, arte e cultura Gli interventi saranno incentrati dunque sul significato di alcuni temi chiave della letteratura, non senza prudenziali e interessanti confronti con la cultura contemporanea. Se si volesse tentare di isolare un problema in grado di raccogliere i principali argomenti di discussione, potremmo indicare quello dei contatti italo-croati, in tutte le loro forme letterarie e artistico-culturali.

Tre dense giornate di studio Il convegno si articolerà in tre giornate, in lingua italiana, croata e inglese. Nella prima giornata, dopo l’inaugurazione del Convegno (ore 17) presso l’Aula magna dell’Istituto Nautico di Zara, la sessione avrà inizio alle 18 con la relazione di Živko Nižić e Nikolina Gunjević Kosanović (Università di Zara). Seguiranno Maria Rita Leto (Università G. D’Annunzio Chieti di Pescara), Smiljka Malinar (Università di Zagabria) e Ljerka Šimunković (Università di Spalato). Nella giornata di venerdì si lavorerà in sessioni parallele. La prima avrà inizio alle 9 con le esposizioni di Valter Tomas, Marijana Fabijanić, Ivana Škevin, Željka Lilić, Ana Bukvić, Nedjeljka Balić Nižić e Andrijana Jusup Magazin, tutti dell’Università di Zara, Nada Filipin e Karmen Bevanda dell’Università di Zagabria e Antonia Trze Biuk e Dolores Miškulin dell’Università di Fiume. Sempre al mattino, presenteranno i loro lavori Ana Bartulović e Linda Mijić (Università di Zara), Francesco Bettarini (Università di Chicago, Neubauer Collegium), Kristijan Juran (Università di Zara), Diana Sorić (Università di Zara). La seconda sessione (inizio ore 11) avrà vedrà relatori Divna Mrdeža Antonina (Università di Zara), Persida Lazarević Di Giacomo (Università G. D’Annunzio Chieti di Pescara), Zorana Kovačević (Università di Banja Luka), Anadea Čupić (Università di Zagabria), Roberto Russi (Università di Banja Luka), Mirna Sindičić Sabljo (Università di Zara), Milenko Lončar e Teuta Serreqi Jurić (Università di Zara), Pasquale Musso (Università di Banja Luka) e Slavomir Sambunjak (Università di Zara). Molto interessanti pure le conferenze della terza sessione, quella pomeridiana, che vedrà la partecipazione di Michele Asolati (Università degli Studi di Padova) e Cristina Crisafulli (Museo Correr di Venezia), Antonia Došen (Museo dell’Arte e dell’Artigianato di Zagabria), Paola Dessì (Università degli Studi di Padova), Tatjana Peruško (Università di Zagabria), Danilo Capasso e Valentina Sileo (Università di Banja Luka), Adriana Pellicoro (Università degli Studi di Bari), Kristina Jordan (Università di Zara), Maja Kuzmanić (Università di Zara), Silvija Banić (Università di Zagabria) e Nemanja D. Milinović (Università di Belgrado). In programma nella quarta sessione le relazioni di Lucia Boscolo Folegana (Università degli Studi di Padova), Antonio Lovato (Università degli Studi di Padova), Klara Buršić Matijašić (Università Juraj Dobrila di Pola), Robert Blagoni (Università Juraj Dobrila di Pola), Martina Damiani e Fabrizio Fioretti (Università Juraj Dobrila di Pola), Nives Zudič Antonič (Università del Litorale di Capodistria), Anja Zorman (Università del Litorale di Capodistria), Sanja Paša (Università di Zara), Ivo Perkušić (Università di Zara), Boško Knežić (Università di Zara) e Magdalena Kalinić (Università di Zara). La terza giornata di studio si terrà presso l’Aula del Consiglio comunale di Zaravecchia con inizio alle 10.30. Temi di storia, linguistica e letteratura verranno affrontati da Ante Gverić (Archivio di Stato, Zara), Metka Malčič (Università del Litorale di Capodistria) e Maslina Ljubičić (Università di Zagabria).

Promozione di iniziative Alla base delle Giornate di studio “Letteratura, arte, cultura tra le due sponde dell’Adriatico” sta la promozione di iniziative comuni, volte alla conoscenza e alla diffusione della lingua e della letteratura italiana a Zara, alla valorizzazione del patrimonio artistico dell’area dalmata e allo studio della comune eredità culturale adriatica, veneta e veneziana in particolare.

Sinergia tra gli Atenei di Zara e Padova Il Convegno scientifico internazionale viene organizzato dal Dipartimento di Italianistica dell’Università di Zara e dal Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari dell’Università di Padova, nell’ambito del progetto di cooperazione didattico-scientifica tra l’Università di Zara e l’Università di Padova, con il sostegno del Comune di Zara, della Regione di Zara e del Comune di Zaravecchia.

Kristina Blecich, «La Voce del Popolo», 22/10/14