Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
June 12th, 2024
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

GnelM 05 2024

Il bollettino di maggio 2024 dei Giuliani nel Mondo

Può essere liberamente scaricato il numero di maggio 2024 di Giuliani nel Mondo, periodico dell’Associazione Giuliani nel Mondo:

Giuliani nel Mondo – maggio 2024 

Ecco l’editoriale del Presidente dell’Associazione, Giorgio Perini.

GRAZIE AI CIRCOLI POER LE TANTE NOTIZIE!

Eccoci al numero di primavera del nostro giornale online, con tante notizie, nonostante il tempo abbastanza breve trascorso dall’uscita del numero speciale per il Giorno del Ricordo, e questo ancora una volta grazie alla collaborazione di tutti voi che ci avete mandato notizie e fotografie un po’ da tutto il mondo!

Ci sono due temi che ricorrono in questo numero, intrecciandosi tra loro: gli anniversari e le navi. Per esempio la nave a vapore “La Sofia” che ha portato i primi emigranti italiani dal porto di Genova a quello di Vitoria, in Brasile, ben 150 anni fa, cioè nel lontano 1874! Un anniversario festeggiato in grande stile dalle autorità locali così come da quelle diplomatiche e consolari italiane in Brasile: un orgoglio ben giustificato per i nostri connazionali ma anche proprio per tanti Giuliani! E poi il simbolo stesso della Marina militare italiana, e non solo: la nave scuola Amerigo Vespucci che sta visitando il Sudamerica e di cui vi raccontiamo gli scali a Buenos Aires (Argentina), Valparaiso (Cile) e Lima (Perù). Ma sono anche 70 anni, quest’anno, dalla prima partenza da Trieste del piroscafo “Castel Verde” con gli emigranti triestini e gli esuli Istriani, fiumani e Dalmati verso Melbourne in Australia, ancor oggi una delle località australiane dove la comunità giuliana è più presente ed attiva! E, se l’anniversario è passato un po’ in sordina a Trieste, saranno proprio i nostri circoli in Australia, e in particolare a Melbourne ed Adelaide, a ricordarlo con mostre fotografiche e manifestazioni ad inizio luglio.

Ma non basta: abbiamo concordato con il Consiglio regionale del FVG che, nell’ambito della “Giornata dei corregionali all’estero”, edizione 2024, di cui non è ancora stata fissata la data, una speciale attenzione sarà dedicata proprio a questo anniversario, che si intreccia con quello, sempre di 70 anni fa, del ritorno di Trieste all’Italia, ma anche dell’addio definitivo alla zona B, con tutto l’amaro che questo rinnova in chi ha vissuto quegli avvenimenti, ha prima sperato e poi dovuto accettare la triste realtà, spesso prendendo decisioni dolorose, come la partenza verso altri continenti.

E infine, sempre parlando di navi, o meglio in questo caso di barche, l’uscita del libro sulla traversata a ritroso del “Klizia” dalla Sardegna (Fertilia per la precisione) fino a Pola, per ricordare l’esodo via mare, in condizioni decisamente avventurose, di tante famiglie e persone, come lo stesso comandante del Klizia, che ha fatto ritorno a Pola per la prima volta dall’esodo.

Naturalmente troverete tante altre notizie in questo numero del periodico, e non solo. Per esempio troverete due racconti-testimonianza di Lucio Iurman e Annamaria Marincovich che speriamo incentivino altri nostri soci a inviarci ricordi, testimonianze, poesie che poi troveranno spazio in una sezione specifica del nostro sito internet. E ancora qualche ricordo, coinvolgente se non commovente, di chi non c’è più.

E non vogliamo certamente dimenticare che purtroppo in questi ultimi giorni sono arrivate le terribili immagini e notizie delle inondazioni nel Rio Grande do Sul in Brasile, e in particolare da Porto Alegre, dove avevamo un circolo che nel suo periodo migliore aveva raggiunto una settantina di soci ed era senz’altro attivo e vitale almeno fino al 2009 ma probabilmente anche dopo, anzi colgo l’occasione per fare un appello: se qualche Giuliano, di cui non abbiamo notizia, fosse in zona, ci contatti o contatti uno dei nostri circoli in Brasile: faremo il possibile per aiutare. Come forse sapete, abbiamo subito proposto un’iniziativa di solidarietà a sostegno delle popolazioni colpite. Mi fa piacere sottolineare a questo proposito che la nostra iniziativa si inquadra da un lato nelle attività dell’UNAIE, che riunisce tutte le associazioni italiane dei connazionali all’estero, e dall’altro è stata concordata con l’Associazione dei Brasiliani a Trieste – ACB Raizes do Brasil – e con la Console onoraria del Brasile a Trieste, Judith Moura de Oliveira.

Giorgio Perini