Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
October 27th, 2020
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

62e861fbd6558fe826881b3f19757faec98d90

Il viaggio in Istria di Pietro Nobile

Fino al 6 novembre, mostra all’Istituto centrale per la grafica sull’architetto della Casa d’Asburgo.
L’Istituto centrale per la grafica, il Polo museale del Friuli Venezia Giulia, l’Archivio di Stato di Fiume e la Società Umanistica Histria di Capodistria presentano la mostra “Pietro Nobile. Viaggio artistico in Istria”, fino al 6 novembre 2016 nelle Sale Piccole di Palazzo Poli. Sono esposti una cinquantina di disegni dell’architetto ticinese Pietro Nobile (Capriasca 1776 – Vienna 1854) provenienti dall’Archivio di Stato di Fiume e raffiguranti località dell’Istria, oggi croata italiana e slovena, realizzati durante la sua attività di Direttore delle Fabbriche di Trieste (1807-1818). In questo periodo, Nobile soggiornò spesso in Istria, occupandosi della progettazione di strade, della sistemazione di porti, della progettazione di fari e di importanti restauri, a partire da quello dell’Arena romana di Pola. La mostra si tiene nel 200° anniversario del viaggio che l’Imperatore Francesco I d’Asburgo fece nelle terre istriane nel 1816, accompagnato proprio da Pietro Nobile. Formatosi all’Accademia di San Luca a Roma e all’Accademia di Belle Arti di Vienna, della quale divenne direttore nel 1819, Nobile fu architetto, ingegnere e pianificatore al servizio della Casa d’Asburgo. Suoi importanti lavori furono realizzati in tutto il territorio dell’Impero. I disegni che fanno parte della cartella ‘Viaggio artistico attraverso l’Istria’ dell’archivio fiumano raffigurano tutte le principali località della penisola, sia costiere che dell’interno, ed offrono, attraverso la penna sensibile dell’artista, l’opportunità di vederne caratteri e profili nella loro condizione primigenia, oggi spesso anche se non sempre perduta: uno stimolo a conservare le qualità di questo paesaggio culturale di grande suggestione. La mostra ha il patrocinio dell’International Council of Museums. La rassegna è aperta dal martedì alla domenica dalle 14 alle 19 (ultimo ingresso ore 18.30). In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, la mostra resterà aperta sabato 24 fino alle 22 (ultimo ingresso 21.30) e domenica 25 dalle 11 alle 19 (ultimo ingresso ore 18.30).

Rai News, 24 settembre 2016