Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
July 24th, 2024
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

Image 7

Ino, martire delle foibe, una via avrà il suo nome

Il sindaco di Zevio assicura che  intitolerà una via a Giovanni Ino Mercanti, martire delle foibe jugoslave. «La prima strada ultimata nelle nuove lottizzazioni porterà il nome del martire», promette il primo cittadino, dopo aver appreso del triste destino subìto da Mercanti.

In paese c’è già una via genericamente intitolata Martiri delle foibe, inaugurata qualche anno fa probabilmente senza sapere che nelle voragini istriane era finito anche uno zeviano. Eppure il nome di Ino compare nella lunga lista dei nomi dei Caduti durante la guerra, scolpiti su una lastra di marmo bianco che da decenni campeggia nell’androne del castello-municio. Mercanti fu tra i primi a sperimentare i grandi inghiottitoi a strapiombo in cui, fra il 1943 e il 1947, furono gettati, vivi o morti, circa 10mila italiani. Era il 13 settembre del 1943 quando il cadavere dell’uomo finì in una voragine di Dignano Pola, in Croazia, paese oggi denominato Voidian.

L’Arena, 24 gennaio 2017