Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
March 1st, 2024
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

16fiume

Settimana della cultura fiumana

La Comunità degli Italiani di Fiume ha organizzato anche quest’anno la “Settimana della cultura fiumana”, svoltasi dall’11 al 19 giugno. In tale occasione, oltre alla ricorrenza dei santi patroni Vito, Modesto e Crescenzia, si è voluto celebrare anche il 70° anniversario dalla fondazione del sodalizio. Era infatti il 3 agosto 1946 quando nacque ufficialmente il Circolo Italiano di Cultura di Fiume, divenuto Comunità degli Italiani il 16 giugno 1972.

La sera di sabato 11 giugno, nel Salone delle Feste della CI a Palazzo Modello, Aurelia Klausberger ha offerto lo spettacolo “Pasegiando per Fiume”, con la partecipazione degli alunni delle Scuole elementari italiane della città nonché di Alida Delcaro, Nevia Rigutto e Bruno Petrali.

Alle 18 del 13 giugno, nella Sala mostre di Palazzo Modello, è stata inaugurata la mostra delle sezioni Arti visive “Romolo Venucci” della CI (pittura, batok, ceramica). A seguire, la Filodrammatica giovani della CI ha interpretato gli spettacoli teatrali “Cucal in camiseta”, “Franzelin e Carleto”, “Il tesoro della patria fiumana”, “Corso de agiornamento per omini e done”, “Viva la resistenza” e “Quatro ciacole”.

La sera di martedì 14 giugno, al Teatro Nazionale Croato “Ivan de Zajc”, è stata consegnata la Targa d’Oro Città di Fiume al dr. Amleto Ballarini, esule fiumano e presidente della Società di Studi Fiumani (Roma), per «il suo pluriennale impegno nella promozione del dialogo tra esuli e rimasti, tra esuli ed amministrazione cittadina e per la promozione dell’immagine di Fiume, sua città natale».

La mattina di mercoledì 15 giugno il Coro Fedeli Fiumani ha cantato la messa nel Duomo di San Vito. Quindi il sindaco di Fiume Vojko Obersnel ha ricevuto, come ogni anno, una delegazione del Libero Comune di Fiume in Esilio e della Società di Studi Fiumani, accompagnata da una delegazione della locale CI. Nel tardo pomeriggio, nel Salone delle Feste di Palazzo Modello, è stato presentato il libro di Massimo Superina “Stradario di Fiume. Piazze, vie, calli e moli dal Settecento ad oggi”, edito dalla Società di Studi Fiumani. Sono intervenuti Orietta Marot, presidente della CI di Fiume, Amleto Ballarini, presidente della Società, Mario Simonovich, presidente della Giunta esecutiva della CI, e Ilaria Rocchi, redattore capo del quindicinale “Panorama”, mentre ha fatto da moderatore Marino Micich, segretario generale della Società. E’ seguito un potpourri di canzoni fiumane.

A mezzogiorno di giovedì 16 giugno, nell’Aula magna della Scuola media superiore italiana di Fiume, ha avuto luogo l’affollata cerimonia di premiazione del “Concorso S. Vito – edizione 2016”, riservato alle scuole italiane della città e patrocinata dalla Società di Studi Fiumani, dal Libero Comune di Fiume in esilio, dall’Università Popolare di Trieste, dall’Unione Italiana e dall’Associazione per la Cultura fiumana, istriana e dalmata nel Lazio. Il Premio “Esuli fiumani in Italia”, riservato agli alunni delle Scuole elementari italiane e medie inferiori di Fiume, verteva su due temi: “San Vito e le ciliegie. La nostra festa!”, rivolto agli alunni dalla I alla V classe; “L’opera al Teatro “Verdi”. Un nome, una storia. L’opera amata dai fiumani!”, rivolto agli alunni dalla VI alla VIII classe. Il Premio “Rivista di studi adriatici «Fiume»”, riservato agli alunni della Scuola media superiore italiana di Fiume, verteva invece sul tema: “Settant’anni di una Comunità: le ragioni di una scelta rispetto al grande esodo dei connazionali italiani. Difficoltà, successi, traguardi raggiunti e problematiche attuali. L’incontro col mondo degli esuli fiumani nella comune fede del futuro europeo. Come il giovane vive la Comunità e come la vorrebbe: proiezioni future”.

La sera di giovedì 16 giugno i musicisti fiumani Francesco Squarcia e Aleksandar Valenčić hanno tenuto un concerto nel cortile della Scuola media superiore italiana. Nel tardo pomeriggio di venerdì 17 giugno, nella Sala mostre di Palazzo Modello, ha avuto luogo un incontro con la rivista “Opinioni Nuove Notizie” sul tema “L’Italianesimo in Istria, Fiume e Dalmazia”. La sera di sabato 18 giugno, nel Salone delle Feste di Palazzo Modello, il coro “I Giocosi” di Trieste ha tenuto un concerto, cui è seguito l’incontro di fine stagione tra la presidente della CI Orietta Marot e gli attivisti del sodalizio. La mattina di domenica 19 giugno, nel Salone delle Feste di Palazzo Modello, si è tenuto il tradizionale concerto di briscola e tressette. Infine alle 18, sempre nel Salone delle Feste, ha avuto inizio la “Rassegna culinaria fiumana”.

L’Arena di Pola, luglio 2016