Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
May 23rd, 2024
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

Camino Southistria

Sulle orme dei pellegrini nell’Istria meridionale

Nel 1987 il Consiglio d’Europa ha dichiarato il Cammino di Santiago primo percorso culturale europeo e promosso il riconoscimento dei cammini quali itinerari culturali di interesse europeo, recuperando all’attenzione collettiva e alla fruizione diffusa quelle vie di comunicazione che nell’antichità hanno storicamente collegato luoghi e comunità per una finalità comune. Dal Cammino di Santiago de Compostela fino alla Via Francigena, si è operato un processo congiunto fra istituzioni pubbliche e private per valorizzazione l’esperienza dei cammini che i pellegrini compivano nel passato con finalità devozionali, e che oggi costituiscono una nuova modalità di fruire il territorio e il paesaggio, anche con le sue ricchezze architettoniche e culturali. Attualmente esistono 281 itinerari registrati, che si sviluppano per oltre 83mila chilometri in 29 Paesi diversi, la cui manutenzione è a cura di un centinaio di associazioni giacobee di tutta Europa.

L’inaugurazione il 4 maggio

Negli ultimi anni, anche la Croazia è stata inserita nell’atlante dei cammini e delle rotte di pellegrinaggio che congiungono mezza Europa in una stretta di fratellanza. Il merito è della Compagnia di San Giacomo di Samobor, pronta a lanciare un nuovo cammino e dare un valore aggiunto a un territorio. Quale? L’estremo sud dell’Istria. La Confraternita, parte della più ampia Confraternita di San Jacopo di Compostella, ha ideato in collaborazione con gli enti per il turismo di Pola, Dignano, Fasana, Medolino, Lisignano e Marzana ha ideato infatti un nuovo cammino: la Via dell’Istria meridionale, la cui inaugurazione è in programma sabato 4 maggio. La novità è stata presentata in questi giorni dai responsabili delle sei Pro loco coinvolte e (in collegamento da remoto) da Vedran Pražen, membro del Gran Consiglio della Confraternita di San Giacomo di Samobor. La prima a salire in cattedra è stata Sanja Cinkopan Korotaj, direttrice dell’Ente per il turismo del principale centro urbano dell’Istria, certa che il Cammino attirerà tantissimi pellegrini e visitatori, in modo particolare fuori stagione. La responsabile polese ha quindi svelato che il nuovo sentiero culturale-devozionale si snoda lungo un percorso di 193 chilometri attraverso i territori delle due città (Pola e Dignano) e dei quattro comuni (Fasana, Medolino, Lisignano e Marzana) interessati dall’iniziativa, la cui realizzazione è stata possibile anche grazie all’Ente nazionale per il turismo, che per il sostegno del progetto ha stanziato un totale di 33.273 euro, erogati in due tranche tra il 2022 e il 2023.

La credenziale del pellegrino

Natali Palko Zirdum, direttrice della Pro loco di Lisignano ha aggiunto che la Via dell’Istria meridionale è interamente segnalato con i simboli caratteristici di ogni cammino: la freccia e la conchiglia gialla (su sfondo blu). Le responsabili degli Enti per il turismo hanno quindi spiegato che chi intraprenderà il Cammino istriano riceverà la credenziale (o passaporto) del pellegrino, un documento che distingue il pellegrino da ogni altro viaggiatore e che accompagna il pellegrino durante tutto il viaggio per verificare che abbia percorso il Cammino. “Su di essa, ad ogni tappa, si appongono le date e i timbri dei luoghi e dei punti d’interesse toccati lungo il percorso. La Credenziale, in Croazia, è rilasciata dalla Confraternita di San Jacopo. Come sottolineato, l’inaugurazione ufficiale della Via dell’Istria meridionale è in programma sabato 4 maggio. Per l’occasione è stato organizzato un breve pellegrinaggio di 12 chilometri lungo il tratto Dignano-Fasana del Cammino. Il ritrovo è fissato per le ore 13.30 in piazza Duomo, davanti alla Chiesa di San Biagio. La partenza da Dignano è prevista, invece, per le 14.30. Il percorso toccherà poi la Chiesa di San Giacomo, il Parco delle Casite, le chiesette di San Michele, San Spiridione e Santo Stefano di Peroi, e il centro di Fasana, dove a tutti i partecipanti sarà offerto un rinfresco.

Per partecipare al pellegrinaggio è necessario iscriversi. Lo si può fare online direttamente dal sito del Cluster delle Pro loco dell’Istria meridionale www.southistria.com. Due giorni prima dell’inaugurazione del Cammino, a Pola, precisamente all’Hotel Park Plaza Histria di Verudella si aprirà l’Adria Camino Festival, che proseguirà poi fino al 5 maggio. Durante il Festival sarà presentato al pubblico la Via dell’Istria meridionale. Non mancheranno poi le conferenze, i workshop e la proiezione del film The Way, My Way di Bill Bennet.

Marko Mrđenović
Fonte: La Voce del Popolo – 18/04/2024