Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
May 14th, 2021
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

Antiche Famiglie

Le antiche famiglie della Serenissima in Dalmazia

Venerdì 16 aprile sulla pagina Facebook della Lega Nazionale, si è tenuta in diretta streaming la presentazione del volume “Le antiche famiglie della Serenissima in Dalmazia” (Lega Nazionale, Trieste 2021). Hanno partecipato l’autrice, dott.ssa Valentina Petaros, il dott. Diego Redivo e il Presidente del Sodalizio, Avv. Paolo Sardos Albertini.

http://www.facebook.com/watch/live/?v=489789935399361&ref=watch_permalink&t=0

In un nuovo pregevole lavoro di Valentina Petaros, grazie al contributo della Lega Nazionale vedremo una ricognizione di archivi dalmati che l’autrice ha compiuto imbattendosi in molteplici difficoltà che avrebbero fatto desistere qualsiasi altro ricercatore italiano perché, com’è ben noto, gli italiani non brillano per la conoscenza delle lingue straniere. Invece la Petaros, per la sua formazione e la sua biografia, ha potuto agevolmente superare tali difficoltà anche se spesso presso gli archivisti a cui si è rivolta difficoltà sono sorte comunque perché anche chi conserva tali documenti non brilla per la conoscenza del latino e dell’italiano, tutt’altro. Inoltre alcuni fascicoli risultavano vuoti: compromettenti? Visto che tali documenti riguardavano D’Annunzio è molto probabile. Di fronte ad un progetto di ricerca che ipotizzava un certo numero di archivi familiari il progredire del lavoro ha fatto sì che inaspettatamente il numero quasi raddoppiasse. Le ricognizioni a Zara, Sebenico, Spalato, Ragusa, Lesina, Curzola, Orebich hanno da un lato confermato la composita realtà del territorio fin dal XIII secolo, da quando cioè inizia lo spoglio archivistico della Petaros; dall’altro hanno riportato alla luce l’esistenza di tante famiglie estintesi nel corso dei secoli. Un destino triste, che può riguardare ognuno di noi, che senza la passione e la capacità dei ricercatori, com’è in questo caso, farebbe si che il passaggio terreno di tanti esseri umani (la maggioranza, propabilmente) sembrerebbe come mai esistito, pur avendo essi agito, sofferto ed anche gioito senza che questo, evidentemente, abbia prodotto memoria.

Come si è detto all’inizio la Dalmazia è stata terra di scontri e sconvolgimenti al punto che parte della popolazione (quella di cultura italiana, principalmente) è stata costretta all’esodo (qualcuno parla, nel corso del ‘900 di tre esodi distinti). Molte di queste famiglie si sono fermate a Trieste e a causa della lontananza dagli eventi molta parte della popolazione della città giuliana non è consapevole dell’origine dei loro attuali concittadini. Tanti quindi sfogliando le pagine di questo lavoro scopriranno la provenienza di tanti conoscenti. Anche a questo servono i lavori come quello della Petaros che con la consueta passionalità ha affrontato questa ricerca portando a nuovi risultati e conoscenze (che altrimenti la ricerca storica non avrebbe senso) che ora mette a disposizione degli storici di professione che, da qui in poi, non avranno più scuse e potranno affrontare la storia della Dalmazia con maggior competenza. A patto però di leggere i libri e le ricerche pubblicate, cosa che, con tutta sincerità, non sembra consueta per i cosiddetti professionisti del settore che invece sembrano adagiarsi comodamente su fonti più politicamente corrette: e tutto ciò che ha prodotto Valentina Petaros in questi anni non sembra rientrare nella categoria. Tuttavia la speranza che prima o poi le cose cambino esiste sempre, altrimenti nessuno di noi continuerebbe il proprio lavoro di ricerca. Soprattutto l’autrice di questo lavoro che ora aggiunge un tassello imprescindibile per una più corretta riflessione storica sulla Dalmazia e le sue antiche famiglie venete.

Per ricevere il libro scrivere a info@leganazionale.it  La donazione minima è di 20,00 Euro (più spese di spedizione).

 

Fonte: Lega Nazionale