Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
May 14th, 2021
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

Buie 0010 Colonna Con Leone Di S.Marco

Il Leone di San Marco: simbolo nobile di identità culturale

Il Leone di San Marco fu elevato dagli esuli giuliano-dalmati a nobile simbolo identitario nel corso del doloroso esodo, avvenuto dopo l’occupazione jugoslava delle terre istriane, fiumane e dalmate. Ricordare la storia di tale emblema oggi, 25 aprile, festa di San Marco, significa voler testimoniare la persistenza di un’eredità storica e culturale, mantenutasi fedelmente in esilio ai fini di un rinnovato dialogo europeo con le terre di origine.   Origini e simbologia   Il virtuoso trinomio Leone-San Marco-Venezia, che si ritrova in parte nell’espressione dialettale “San Marco in forma de lion”, si è realizzato dopo un lungo e complesso processo storico. La...
Chiesa Armena Trieste

La nascita della comunità armena di Trieste

Il 24 aprile 1915 segnò l'inizio dello sterminio della comunità armena residente all'interno dell'Impero Ottomano: già in precedenza vi erano state persecuzioni e sopraffazioni da parte del Governo dei Giovani Turchi, ma nell'imperversare della Prima Guerra Mondiale si consumò il massacro di un milione e mezzo di persone. Ancor prima di questa catastrofe la diaspora armena si era diffusa in tutto il mondo e anche Trieste, dopo l'istituzione del Porto Franco nel 1719, ha accolto una comunità armena che ha contribuito allo sviluppo cittadino. La nascita della comunità armena di Trieste: un difficile inizio (1770-1810) La crescita di Trieste negli anni centrali del Settecento,...
Rovigno Petizione

Turismo sostenibile per salvaguardare Rovigno

Il gruppo "Nati a Rovigno e i suoi simpatizzanti" ha lanciato sulla popolare piattaforma internet Change.org questa petizione e l'ha diretta al Comune di Rovigno (Autorità portuale di Rovigno)   I FRANGIFLUTTI DELL’ISOLA DI SANTA CATERINA A ROVIGNO: UN DISASTRO ANNUCIATO https://www.istra-istria.hr/fileadmin/dokumenti/novosti/SUO_PUO/SUO-JuznaLukaRovinj.pdf   Cerchiamo insieme di salvaguardare la nostra amata Rovigno e di tutelare nel miglior modo il nostro patrimonio naturalistico-ambientale! Firma la petizione per chiedere lo stop alle due barriere frangiflutti sull’isola di Santa Caterina. Impedisci l’eccessiva urbanizzazione in prossimità del...
Rodolfo Ziberna

“Medaia de carton” per Rodolfo Ziberna

L'Associazione "Ierimo del Filzi", la quale riunisce e mantiene i collegamenti tra gli ex allievi del Convitto "Fabio Filzi" di Grado (GO), che accolse i figli dei profughi istriani, fiumani e dalmati nell'immediato dopoguerra, ha conferito a Rodolfo Ziberna la "Medaia de Carton". Si tratta dell'onorificenza simbolica che all'insegna di un "clima di cameratesca, antica amicizia" l'associazione attribuisce "con l'affetto, la riconoscenza e il riguardo dovuti a coloro che reputiamo abbiano, con la capacità, l'ingegno, la generosità, raggiunto apprezzabili traguardi, tali da recare lustro a tutta la comunità". Ziberna è stato rappresentante provinciale e nazionale dell'Associazione...
IMG 20210409 101326

Il legame tra Roma e l’Adriatico orientale

Il 21 aprile è la ricorrenza del Natale di Roma, poiché sarebbe questa la data in cui nel 753 a.C. Romolo avrebbe fondato la Città Eterna. Nel corso del suo sviluppo i domini dell'Urbe sarebbero giunti anche sulle coste dell'Adriatico orientale, soggiogando gli Istri e gli Illiri e debellando i pirati che si annidavano nel litorale dalmata. Dall'Arena di Pola al Palazzo di Diocleziano a Spalato, passando per Aquileia e l'antica Tergeste, molteplici sono i monumenti che ci ricordano questa antica presenza, che l'istituzione della X Regio in età augustea avrebbe indissolubilmente legato al territorio italico. La ricerca e la valorizzazione di queste testimonianze di appartenenza al...
Antiche Famiglie

Le antiche famiglie della Serenissima in Dalmazia

Venerdì 16 aprile sulla pagina Facebook della Lega Nazionale, si è tenuta in diretta streaming la presentazione del volume "Le antiche famiglie della Serenissima in Dalmazia" (Lega Nazionale, Trieste 2021). Hanno partecipato l’autrice, dott.ssa Valentina Petaros, il dott. Diego Redivo e il Presidente del Sodalizio, Avv. Paolo Sardos Albertini. http://www.facebook.com/watch/live/?v=489789935399361&ref=watch_permalink&t=0 In un nuovo pregevole lavoro di Valentina Petaros, grazie al contributo della Lega Nazionale vedremo una ricognizione di archivi dalmati che l’autrice ha compiuto imbattendosi in molteplici difficoltà che avrebbero fatto desistere qualsiasi altro...
Foibe Esodo Memoria Copertina

“Le foibe, l’esodo, la memoria” in formato digitale

“Venezia Giulia, Fiume, Dalmazia. Le foibe, l’esodo, la memoria – Saggi e documenti”, a cura di Amleto Ballarini, Giovanni Stelli, Marino Micich, Emiliano Loria, è ora a disposizione di chi è interessato a leggerlo anche in formato digitale. L’Associazione per la cultura fiumana, istriana e dalmata nel Lazio offre infatti il saggio storiografico pubblicato nel 2015 in formato pdf. Un libro eccellente per serietà della ricerca e competenze degli autori: 145 pagine da leggere per comprendere quanto è accaduto nella Venezia Giulia nel secondo dopoguerra, dal dramma dell’8 settembre all’occupazione jugoslava comunista. E Istria, Fiume. Zara, le ragioni di un esodo, le memorie...
Jugo1941

«Italiani in Jugoslavia nel ’41, fu rappresaglia»

Violenze e massacri dei militari avvennero nel quadro di una complessa situazione nella regione balcanica.    Il recente ottantesimo anniversario dell'inizio delle operazioni militari italiane e tedesche nel Regno di Jugoslavia (6 aprile 1941) ha dato spunto ad alcuni storici - fra i quali in primo luogo Raoul Pupo e Marina Rossi - di riprendere la questione e di darne una lettura che - a nostro umile avviso - non rende un servigio esauriente alla causa della Storia. Quando si riferisce di violenze e di massacri occorre presentare all'opinione pubblica la verità storica nel suo giusto contesto, spiegandone il perché. In ogni decisione, in ogni azione vi è un perché....
Marocchinate

Il Comitato 10 Febbraio ricorda le vittime delle Marocchinate

Il Comitato 10 Febbraio aderisce alla “Giornata Nazionale in memoria delle vittime delle marocchinate” che si svolgerà martedì 18 maggio 2021. L’evento, organizzato dall’associazione nazionale vittime delle marocchinate, presieduta dal ricercatore storico Emiliano Ciotti, intende commemorare le donne e gli uomini italiani che, nel periodo 1943-1944, subirono le violenze dei militari coloniali inquadrati nell’Esercito Francese. Crimini di guerra conosciuti con il triste appellativo di “marocchinate”. “Quella delle violenze compiute dal Corpo di Spedizione Francese in Italia è un’altra tragedia da troppo tempo dimenticata – commenta Emanuele Merlino, presidente...
Nelida Milani Ronzatti

Ronzani pubblica “Cronaca delle baracche” di Nelida Milani

Dell’autrice di Pola, tra i protagonisti della narrativa dell’Adriatico orientale, a cura di Mauro Sambi escono “L’osteria della Parenzana” (15 aprile), “Agnus Dei” (13 maggio) e “La partita” (16 giugno), Ronzani Editore per la letteratura degli italiani d’Istria: il progetto inizia con “Cronaca delle Baracche” raccolta in tre volumi delle opere di Nelida Milani   È la scrittrice Nelida Milani la prima protagonista del progetto con il quale Ronzani Editore intende sostenere la riscoperta e la diffusione della letteratura prodotta dalla comunità degli italiani rimasti a vivere in Istria e a Fiume dopo la seconda guerra mondiale: una realtà letteraria...