Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
December 1st, 2020
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

CiminoCOPERTINA

Un monito all’Italia da Trieste

Nel 1914, alla vigilia dell’ingresso in guerra del Regno d’Italia, l’irredentista triestino Ruggero Timeus pubblica un libro, intitolato Trieste. Con questa opera accusa il tentativo di denazionalizzare i territori italofoni dell’Impero Asburgico ad opera dello stesso governo imperiale. Il libro, di una sconcertante attualità, creerà storicamente una scissione definitiva, da tempo presagita, con l’irredentismo culturale di Scipio Slataper e Giani Stuparich. La figura del giovane intellettuale triestino, che morirà nel settembre del 1915 colpito da una granata austriaca, è stata definita scomoda. Questo avvenne perché denunciava, in maniera irruenta, la mancanza di...
Maglietta Dalmata

Iniziative promozionali del Madrinato Dalmatico

Il Madrinato Dalmatico ha realizzato alcuni articoli contraddistinti dai simboli dalmati, istriani e fiumani, anche da poter regalare ad amici e parenti in vista delle prossime festività natalizie. Il ricavato della vendita, dedotte le spese di produzione e spedizione, sarà interamente devoluto all'Associazione Madrinato Dalmatico per coprire i costi di tasse ed oneri di tutte le tombe in proprio carico in quanto prive di eredi che vi provvedano. Mascherine dalmate, istriane e fiumane in cotone 100% con ricamati in giallo i tre leopardi o la capra istriana o l'aquila di Fiume. Sono dotate di tasca interna ove poter inserire un filtro per renderle ancora più protettive. Lavabili in...
AFIM LCFE2

“Ricordare insieme, esuli e rimasti, i nostri defunti”

Il Presidente dell'Associazione Fiumani Italiani nel Mondo - Libero Comune di Fiume in Esilio Franco Papetti in occasione della Giornata dei Defunti ha dichiarato: “Avremmo voluto ricordare insieme, esuli e rimasti, i nostri defunti, così come ogni anno nella Cripta di Cosala di Fiume, ma la pandemia ha deciso per noi. Ciò rende il nostro pensiero ancora più forte nel desiderio di rimembrare e rendere omaggio a coloro che hanno disegnato le nostre orme”. Papetti, attualmente anche vicepresidente della Federazione delle Associazioni degli Esuli istriani, fiumani e dalmati, ha aggiunto: “Il pensiero è con tutti voi, Fiumani nel mondo, in questi giorni di ricordo e riflessione...
Ve Temp Cop001

Venezia nella tempesta

L’inizio del Cinquecento rappresenta il secolo della grande svolta nella storia veneziana: la repubblica perde egemonia marittima e peso politico in Italia e in Europa. La Serenissima inizia affrontando una seconda volta l’impero Ottomano, uscendone di nuovo sconfitta. La Guerra della Lega di Cambrai, poi, rischia addirittura di distruggerla. Assieme al dominio del mare, però, evaporano l’identità e la cultura marittime costruite nei secoli. Non si tratta soltanto di dover spartire traffici e rotte navali, prima esclusivi, ma della crisi della civiltà sulla quale Venezia ha edificato sé stessa e la propria fortuna, avendo fallito, nel corso del Quattrocento, nel raggiungere una...
LN092020

Periodico della Lega Nazionale di settembre 2020

Può essere gratuitamente letto online oppure scaricato in formato Pdf il numero di Settembre 2020 del "Periodico della Lega Nazionale" n. 61 a questo link: http://leganazionale.it/index.php/chi-siamo/103-il-notiziario-della-lega-nazionale/1956-notiziario-della-lega-nazionale-numero-61 Sommario: Pag. 3. Editoriale : Parliamo di «Balkan» per l’ultima volta 6. Cronaca di un evento (forse) storico 14. Italia-Slovenia: una riflessione dopo l'incontro del 13 luglio 2020 21. Pola, 18 agosto 1946: la strage di Vergarolla 25. Attività della Sezione di Gorizia 28. Prestigiosa onorificenza ad Elisabetta Mereu 30. Centro Didattico Gocce...
Esuli Pola

Concorso scolastico “10 Febbraio” 2020-2021 “Pola addio!”

La Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione e le Associazioni degli Esuli Istriani, Fiumani e Dalmati, nell’ambito delle iniziative del Gruppo di lavoro appositamente costituito, bandiscono l’undicesima edizione del concorso nazionale rivolto alle scuole primarie, secondarie di I grado e secondarie di II grado, statali e paritarie italiane, degli Stati dove è previsto e attuato l’insegnamento in lingua italiana ed alle Scuole italiane all’estero, volto a promuovere l’educazione alla cittadinanza europea e alla storia italiana attraverso la conoscenza e l’approfondimento dei rapporti storici e culturali nell’area...
CdR Logo

Torna la Corsa del Ricordo a Trieste

Asi, Trieste Corre e Associazione Nazionale Venezia-Giulia e Dalmazia ripropongono la spettacolare 9.6 km con partenza/arrivo alla Foiba di Basovizza dall’alto significato storico culturale in ricordo della tragedia delle popolazioni Giuliano-Dalmate DOMENICA 8 NOVEMBRE 2020 APPUNTAMENTO CON LA III EDIZIONE DELLA CORSA DEL RICORDO DI TRIESTE Domenica 8 novembre, con partenza e arrivo alla Foiba di Basovizza e solo nella sua espressione agonistica che rispetterà le norme anti-Covid attualmente in vigore, si svolgerà la 3^ edizione della Corsa del Ricordo di Trieste evento promosso dall’Asi (Associazione Sportive e Sociali Italiane) in partnership con l’Associazione...
Trieste Contesa

Il ritorno dell’Italia a Trieste (ma non in Istria)

di Lorenzo Salimbeni e Davide Rossi Fonte: l'Adige - 26/10/2020 La celeberrima definizione che Winston Churchill dette nel 1946 della Cortina di Ferro ne fissava gli estremi a Stettino sul Baltico e a Trieste sull’Adriatico. Trieste era insorta non il 25 aprile 1945, bensì il 30, grazie ad un Comitato di Liberazione Nazionale che aveva dovuto fronteggiare non solo la repressione nazista, ma anche le delazioni e la volontà di condurre una resistenza parallela da parte dei partigiani comunisti, sia italiani sia sloveni e croati, i quali auspicavano l’annessione alla nascente Jugoslavia titoista delle terre conquistate dall’Italia a costo di immani sacrifici durante la Prima...
Trieste Novembre 1953 Copertina

26 ottobre 1954: Trieste torna all’Italia. Il piano militare di Pella

di Giulio Bendfeldt - 25/10/2020 Fonte: l'Adige Sessantasei anni fa, il 26 ottobre del 1954, si completava il Risorgimento nazionale con il ritorno definitivo di Trieste all’Italia e si chiudeva, dopo nove anni, il periodo di terrore che aveva accompagnato nel Friuli-Venezia Giulia e nell’Istria la fine della seconda guerra mondiale. Un periodo che ha visto il genocidio e poi l’esodo drammatico della popolazione italiana d’Istria, Dalmazia e delle Isole del Quarnaro. Tutti ricordiamo le fotografie dell’ingresso dei soldati italiani nella città simbolo di quel martirio, ma pochi ricordano che per arrivare a quel giorno – oltre ai tanti morti degli scontri fra triestini...
Aldo Clemente

Aldo Clemente, il nume tutelare degli esuli adriatici

Avrebbe compiuto cent’anni lo scorso 21 ottobre Aldo Clemente, venuto a mancare nel 2014 dopo essere stato dal 1949 al 1979 Segretario Generale dell’Opera Assistenza ai Profughi giuliani e dalmati. In precedenza era stato segretario provinciale dell’Associazione Orfani di Guerra a Trieste, la sua città natale, e segretario per due anni del Comitato nazionale per i rifugiati italiani, prima di dedicare i suoi sforzi in particolare all’inserimento delle centinaia di migliaia di esuli istriani, fiumani e dalmati nell'intera penisola e che, nello specifico,  avrebbero trovato una nuova collocazione abitativa all’estrema periferia meridionale di Roma. Essi si erano spontaneamente...