Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
November 19th, 2019
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

2 Invito LESODO DA PIEMONTE DISTRIA

No se podeva star

La presentazione del libro L' ESODO DA PIEMONTE D' ISTRIA. "no se podeva star..." avrà luogo sabato 21 settembre 2019 alle ore 17.30 presso la sede dell' Associazione delle Comunità Istriane in via Belpoggio 29/1, Trieste, e domenica 22 settembre 2019 alle ore 18.00 presso il Centro Polifunzionale di Piemonte d' Istria (Grisignana). Al volume, curato da Franco Biloslavo (segretario della Comunità di Piemonte d'Istria), che raccoglie le memorie dei piemontesi esuli dal loro paese dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, è allegata la registrazione dello spettacolo "TORNAR"  realizzato  da Simone Cristicchi a Piemonte d' Istria nel...
19959

Esodo e Foibe, la posizione dello Stato italiano è stata tracciata da Mattarella

Codarin (ANVGD): “Mattarella ha ben definito la sintesi e la prospettiva di un percorso costruito negli anni dalle associazioni giuliano dalmate grazie a Lucio Toth e ad illuminati esponenti di varie estrazioni politiche e culturali”.   La posizione dello Stato italiano in merito ai tentativi di giustificazionismo o negazionismo delle stragi delle foibe è già stata enunciata con autorevolezza dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel corso della recente celebrazione al Quirinale del Giorno del Ricordo. Il Presidente Mattarella, infatti, in tale occasione, condannando fermamente ogni tentativo di revisionismo storico, ha ben evidenziato la matrice criminale...
Moni Ovadia 2010

Lettera aperta a Moni Ovadia

Egregio Moni Ovadia, Le scrivo in merito al suo articolo apparso il 12 febbraio 2019 sul Manifesto e ripreso dal blog RemoContro dal titolo: Auschwitz e le Foibe di Salvini. Innanzitutto, desidero presentarmi. Sono nato alla fine degli anni ’50 in un insediamento di profughi Giuliano-Dalmati a Roma. I miei genitori erano Esuli, come quelli di mia moglie. La mia famiglia, tradizionalmente cattolica, liberale, democratica (come quasi tutte dalle nostre parti), ha patito non solo l’Esodo dalla città natale, ma la persecuzione in tempo di pace per l’italianità, il tutto dopo aver avuto uno zio che rifiutandosi di combattere per i tedeschi, dopo l’8 settembre, venne deportato da...
Anvgd Bruxelles

Foibe, deportati a guerra finita ed esodo giuliano-dalmata al Parlamento europeo

Portare a conoscenza degli addetti ai lavori dell’Europarlamento le tragedie delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata. Con questo spirito martedì 5 febbraio presso la sede del Parlamento europeo a Bruxelles (Area Jan 3Q) verrà inaugurata alle ore 12:30 la mostra “Tu lascerai ogni cosa diletta più caramente. L’esilio dei giuliani, fiumani e dalmati alla fine del Secondo conflitto mondiale” grazie alla collaborazione con l’On. Elisabetta Gardini e a cura dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, dell’Associazione Coordinamento Adriatico e del Centro di Documentazione Multimediale per la Cultura giuliana, istriana, fiumana e dalmata. Visitabile fino all’8...
Foiba Di Basovizza

Quanto ne sanno i maturandi su esodo e foibe?

Nell’anno scolastico 2009/’10 fecero la loro apparizione nella prima prova dell’Esame di Stato le foibe, argomento tabù fino a pochi anni prima. L’istituzione della Legge del Ricordo con la Legge 92 del 30 marzo 2004 aveva introdotto nel calendario civile italiano la ricorrenza del 10 Febbraio, a margine della quale conferenze, commemorazioni e cerimonie ufficiali avevano aperto gli occhi dell’opinione pubblica italiana sulla complessa vicenda del confine orientale e sulla pulizia etnica subita dai nostri connazionali. Ben pochi furono gli studenti che si avventurarono su quella traccia, vuoi per ignoranza, vuoi per timore di affrontare un argomento che aveva sovente dato luogo a...
Rismondo

L’esodo dimenticato dei dalmati dopo la Grande guerra

L’Associazione Nazionale Dalmata ha ristampato il documentario che illustra la sorte dei nostri connazionali dopo il Trattato di Rapallo Grazie al generoso contributo della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, l’Associazione Nazionale Dalmata ha potuto ristampare il dvd “1921 L’esodo ignorato. Il dramma degli italiani di Dalmazia”, apparso in prima edizione una dozzina d’anni fa. Tale documentario è impreziosito da cartine geografiche, cartoline d’epoca e soprattutto immagini provenienti dall’archivio di Manlio Cace, che visse le giornate dell’entusiasmante arrivo dell’Italia il 6 novembre 1918 a Sebenico e la conseguente delusione della cessione...
Lemessi Cover

Una storia dell’esodo da Cherso

Maria Luisa Lemessi  La Villa: dolci e tristi ricordi d’infanzia    Una villa, un’isola, un sogno: sono ricordi indelebili che forgiarono la personalità di una bambina e la sua vita. Le varie vicende, liete e tristi, vengono filtrate dagli occhi di una bimba e sono immerse nella tragedia della Seconda Guerra Mondiale e del dopoguerra che sconvolse l’Istria e la Dalmazia. È uno spaccato di vita simile a quello di altri 350.000 esuli che abbandonarono le loro terre in nome della libertà e della democrazia. Maria Luisa Lemessi nacque a Cherso (Pola), ora Croazia, il 26 marzo 1934. A dodici anni lasciò Cherso per Chiavari (Genova) dove suo padre, Giacomo Lemessi,...
DaProfughiEsuli

Da profughi ad esuli

"Da profughi ad esuli": il secondo dopoguerra con gli occhi di Petra Di Laghi Il nodo centrale è l’accoglienza e l’assistenza offerta ai profughi giuliano-dalmati nel secondo dopoguerra Genova - La tesi magistrale è stata la pietra miliare dalla quale è partita la scrittrice Petra Di Laghi. Un'ispirazione che, nei due anni intercorsi, si è trasformata in una vera e propria "fatica" editoriale.Da profughi ad esuli. L’esodo giuliano-dalmata fra cronaca e memoria, pubblicato dalla casa editrice Edizioni Accademiche Italiane fornisce una panoramica delle vicende storiche che interessarono i territori della Venezia Giulia nel periodo della Seconda guerra mondiale e, in...
Via Dobbiamo Partire

Via, dobbiamo partire!

La Fameia Capodistriana ed il Centro Culturale Gian Rinaldo Carli vi invitano a partecipare alla presentazione del libro di Guido Porro VIA, DOBBIAMO PARTIRE! La testimonianza di un esule istriano. Il libro è stato curato da Alessandro Porro, figlio di Guido e di Anna Maria, esuli istriani da Capodistria. La presentazione avrà luogo VENERDI 13 APRILE ALLE ORE 18:00 nel salone della Lega Nazionale in via Donota n. 2 - III piano a Trieste  “Dalla Venezia Giulia hanno raschiato via tutto. Persino i colori (le tinte) delle case e dei palazzi, che erano caldi e vivaci come quelli di Venezia (e di tutto l’Adriatico), li hanno lasciati ingrigire e sbiancare perché sembrassero...
QueiGiorni

“Quei giorni di Pola” una comunità travolta dalla cecità della Storia

Per il Giorno del Ricordo è tornato il libro di Corrado Belci considerato un classico della letteratura dell’esodo: dal volume “Quei giorni di Pola” (Leg, Gorizia 2018) pubblichiamo di seguito l’introduzione di Arrigo Levi. Il lettore non si lasci ingannare dalla relativa brevità di questo libro di memorie, e nemmeno dal ritmo nostalgico ma sereno di quella che ne è la parte iniziale. Questo è un libretto tanto breve quanto prezioso, tanto pacato quanto appassionato. Corrado Belci ha scritto – ricorrendo, per scelta deliberata, o inconsapevole, alla sua sapienza di vecchio giornalista – una narrazione tutta “in crescendo”, per l’intensità dei sentimenti che si...