Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
August 9th, 2022
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

Edwards Riscoprendo Mia Madre

Caterina Edwards sulle orme della mamma istriana

Caterina Edwards, oggi affermata scrittrice canadese, è autrice di diversi romanzi, uno dei quali, in particolare, Riscoprendo mia madre. Una figlia alla ricerca del passato, edito da Les Flaneurs, parla di chi è stato esule due volte. È la storia di Caterina Edwards stessa, figlia di un inglese, approdato dopo la guerra a Venezia, al seguito delle truppe anglo-americane, e di una madre esule istriana, Rosa, dell’isola di Lussino, che il padre ha sposato e portato con se in Inghilterra. Qui, nata Caterina nel 1948, sono rimasti sette anni per poi trasferirsi definitivamente in Canada. In tutta la sua vita, Caterina non ha mai approfondito le origini della madre, la quale, per...
IMG 20191108 100111

Storia delle masserizie del Magazzino 18

Verso la fine degli anni ’80, nel Porto di Trieste, si stava lavorando alla realizzazione dell’Adria Terminal, moderna infrastruttura portuale per l’importazione e l’esportazione di merci tramite nave. Per riuscire ad avere gli spazi necessari alla costruzione del nuovo impianto, due magazzini dell’antico porto austroungarico dovettero essere demoliti; il magazzino 21 ed il 22, entrambi edifici affacciati sul mare. Questi magazzini, tuttavia, non erano vuoti. Al loro interno, infatti, erano state raccolte, negli anni, le masserizie degli esuli istriani depositate a Trieste e raccolte anche dai circa 120 campi profughi presenti lungo tutto lo Stivale. Negli anni 50 e 60, lasciati i...
Michelle Saftich Port Of No Return

I racconti di Michelle Saftich, in cerca dall’Australia delle sue origini fiumane

(ASI) Michelle Saftich, è la figlia di Mauro Saftich, un italiano emigrato in Australia da Fiume, già città italiana, "perla del Carnaro", divenuta leggendaria per “l’impresa” del poeta - soldato Gabriele d'Annunzio. Purtroppo, le tristi vicende legate alla fine della seconda guerra mondiale, portarono alla sua occupazione (così come è accaduto alla penisola istriana) da parte dalle truppe dei partigiani di Tito, e dal febbraio del 1947 entrò definitivamente a far parte del nuovo stato socialista e dittatoriale della Jugoslavia. La quasi totalità degli italiani decise di lasciare l'amata città, e tra loro citiamo Mauro, un bambino intento a lasciare l’Italia e l’Europa per...
Alvisi Haffner Bambina Valigia

“La bambina con la valigia”, storia di Egea Haffner

"È iniziato così per me ed Egea un lungo viaggio, emozionante e travolgente, che ci ha portato a conoscerci e a diventare amiche Ci vuole coraggio, per raccontare un momento storico che è ancora oggetto di feroci discussioni. Ci vuole fiducia, per aprire lo scrigno dei ricordi familiari e condividerli con i giovani lettori. Ci vuole uno sguardo attento al passato, ma proiettato fermamente nel futuro. Ci vogliono senso, energia, emozione. Ci vuole Egea Haffner". Le parole della scrittrice Gigliola Alvisi, contenute nella prefazione de La bambina con la valigia, da pochi giorni in libreria (Piemme), svelano la genesi del progetto: scrivere e pubblicare il primo libro per ragazzi e...
Gdr Napoli 22 Archivio Fotografico Carbone CRP Capodimonte 1

Dall’esodo a Napoli: la storia del “Rione dei profughi”

Un rione di Napoli accolse negli anni '50 centinaia di famiglie divenute profughe a seguito della Seconda guerra mondiale. Tra questi istriano-dalmati, ma anche persone provenienti da Rodi, Smirne, Corfù.  La data del 10 febbraio suscita ogni anno un dibattito particolarmente acceso, caratterizzato da una forte contrapposizione politica. Con questa intervista si vuole raccontare una storia quasi del tutto sconosciuta, che lega le vicende del rimpatrio dei profughi italiani nel secondo dopoguerra con quelle di una grande città come Napoli. Emilio Cocco, Docente di Sociologia all'Università di Teramo e Delegato del Rettore per i rapporti con l'Adriatico e lo Ionio, e Pietro...
Esuli 2 Volte Turcinovich Oltre

Esuli due volte. Dalle proprie case, dalla propria patria

I confini disegnati alla fine della Seconda guerra mondiale in Europa e la conseguente nuova geografia politica delle regioni dell’Adriatico orientale, provocarono una ripresa delle emigrazioni economiche che si intrecciavano, talvolta in modo indissolubile, con gli espatri legali e clandestini di popolazione che si sentiva minacciata dal punto di vista ideologico e/o nazionale. L’esodo della popolazione italiana dall’Istria, da Fiume e dalla Dalmazia è stata la reazione più diretta al radicale cambiamento di regime sociale e politico imposto alle proprie condizioni di vita dal comunismo jugoslavo. Non si dispone di dati effettivi su tutte le località, ma alcune rilevazioni...
Ettore Rosato Senato GdR 2022

«Ricordare i tanti italiani che caddero vittime delle forze comuniste jugoslave»

Saluto il Presidente della Repubblica, il Presidente del Senato, il Presidente del Consiglio, la Vice Presidente della Corte Costituzionale, i ministri, i parlamentari, il Presidente di FederEsuli ed i rappresentanti delle Associazioni degli esuli Istriani, Fiumani e Dalmati. È molto importante celebrare anche quest’anno in un’Aula del Parlamento il Giorno del Ricordo, istituito con la legge nel2004. L’approvazione – ad ampissima maggioranza – di quella legge costituì infatti un atto di verità e giustizia, due valori fondamentali per ogni sistema democratico. Il Parlamento intervenne dopo che per decenni parti non trascurabili del mondo...
43503

«Il Giorno del Ricordo ha restituito ad un’intera comunità la propria dignità»

Intervento del Vice Presidente Vicario dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Prof.ssa Donatella Schürzel, alla cerimonia del Giorno del Ricordo 2022 svoltasi al Senato della Repubblica giovedì 10 febbraio.    Signor Presidente della Repubblica Signora Presidente del Senato, Presidente della Camera dei Deputati, Onorevoli Senatori e Deputati, Rappresentanti del Governo, Autorità civili, militari, diplomatiche e religiose, Gentili signore e signori, studenti presenti, Amici e Fratelli dell’Istria, Fiume e Dalmazia, Diciott’anni or sono è stato istituito con la legge 92 del 30 marzo 2004 il Giorno del Ricordo che oggi celebriamo e 75 anni...
Il Dalmata Testata

“Il Dalmata” di gennaio 2022 è disponibile su dalmatitaliani.org

Può essere gratuitamente consultato online ovvero scaricato in formato Pdf dal sito dalmatitaliani.org il numero di gennaio 2022 de "Il Dalmata", mensile dell'Associazione Dalmati Italiani nel Mondo - Libero Comune di Zara in Esilio: Il Dalmata - gennaio 2022 In questo numero ampio spazio viene dedicato all'inaugurazione del portale collegato alla storica testata zaratina dalmatitaliani.org, avvenuta lo scorso 14 gennaio. Segnaliamo, inoltre, un approfondimento dedicato ai bambini dell'Esodo a cura della Prof.ssa Adriana Ivanov Danieli e una rassegna di immagini legate all'ambiente della vela e delle regate nella Zara fra le due guerre...
FederEsuli Unione Italiana

La ricomposizione della comunità italiana giuliana e dalmata

Riceviamo e volentieri pubblichiamo quest'ampia lettera aperta redatta dal Dott. Claudio Deghenghi, esule, saggista e ricercatore. Illustrissimi Signori Presidenti delle nostre massime organizzazioni sociali nazionali, Prof. Avv. Giuseppe De Vergottini, presidente della Federazione delle Associazioni degli esuli giuliani e dalmati d’Italia, e Sig. Maurizio Tremul, presidente della Unione Italiana, massimo organo politico e organizzativo della Comunità Nazionale Italiana degli esuli giuliani e dalmati autoctoni di Croazia e Slovenia – io Vi ringrazio di cuore, a nome degli esuli italiani giuliani e dalmati tutti, per aver stipulato un “Accordo di programma per la creazione di una...

 ”VERITA’ INFOIBATE
Il Ricordo a Bergamo

GUARDA LA DIRETTA

Intervengono:
Fausto Biloslavo il Giornale
Matteo Carnieletto il Giornale
Maria Elena Depetroni Anvgd Bg
Coordinamento : Viviana Facchinetti

×