Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
August 3rd, 2021
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

Unione Italiana Logo

I 30 anni dell’Unione Italiana

Nel 1991 l'inizio dell'implosione della Jugoslavia portò all'indipendenza innanzitutto della Slovenia e, in maniera maggiormente cruenta, della Croazia. Tali sconvolgimenti geopolitici ebbero anche ricadute sulla comunità italiana autoctona presente in Istria, nel Carnaro ed in Dalmazia, la quale fino a quel momento era stata inquadrata dal regime comunista nell'Unione degli Italiani di Fiume e dell'Istria: il mancato riferimento alla presenza italiana in Dalmazia era stata una gentile concessione al nazionalismo croato che aveva sposato il progetto espansionista che faceva parte del programma politico del Maresciallo Josip Broz "Tito". Alla fine delle guerre jugoslave degli anni...
AFIM LCFE2

“Ricordare insieme, esuli e rimasti, i nostri defunti”

Il Presidente dell'Associazione Fiumani Italiani nel Mondo - Libero Comune di Fiume in Esilio Franco Papetti in occasione della Giornata dei Defunti ha dichiarato: “Avremmo voluto ricordare insieme, esuli e rimasti, i nostri defunti, così come ogni anno nella Cripta di Cosala di Fiume, ma la pandemia ha deciso per noi. Ciò rende il nostro pensiero ancora più forte nel desiderio di rimembrare e rendere omaggio a coloro che hanno disegnato le nostre orme”. Papetti, attualmente anche vicepresidente della Federazione delle Associazioni degli Esuli istriani, fiumani e dalmati, ha aggiunto: “Il pensiero è con tutti voi, Fiumani nel mondo, in questi giorni di ricordo e riflessione...
Logo Afim Lcfe

Gli esuli fiumani a Basovizza

Ho seguito con interesse le cerimonie sul Carso che a Trieste hanno preceduto l’incontro in Prefettura e al Narodni Dom restituito alla Comunità slovena nel nome di una pacificazione che procede per gesti simbolici, condivisione, sostegno. In quanto Fiumani comprendiamo perfettamente la necessità di sciogliere i nodi della storia e costruire nuove opportunità. Mentre scorrevano le immagini dei due presidenti, d’Italia Sergio Mattarella e di Slovenia Borut Pahor, che alla Foiba di Basovizza si tenevano mano nella mano e poi davanti al cippo dei fucilati, sono tanti i pensieri che avrei voluto esprimere in una ipotetica assemblea di noi tutti esuli e italiani rimasti: partendo dal...