Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
September 27th, 2021
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

Quis Contra Nos

Quis contra nos? Storia della Reggenza del Carnaro

Tra le molte iniziative e pubblicazioni che hanno caratterizzato il centenario della spedizione di Gabriele d'Annunzio a Fiume e della Carta del Carnaro, segnaliamo oggi l'opera del Console Federico Lorenzo Ramaioli "Quis contra nos? Storia della Reggenza del Carnaro da d'Annunzio alla Costituzione di Fiume", di cui pubblichiamo l'introduzione dell'Autore. Per decenni, nella storia recente, la regione del Car­naro è stata al centro delle dispute e delle discordie sorte con riferimento alla questione del confine orien­tale d’Italia, con alterne vicende attorno alle quali si sono intrecciate le vite di quanti, provenienti da vari contesti, si sono battuti per le sorti della città di...
Bandiera Randaccio AMS OK

Le ambiguità d’Italia nell’impresa di Fiume

Esce pubblicato da Gaspari un saggio a quattro mani di Luca G. Manenti e Fabio Todero che analizza le strategie comunicative al di là degli slogan dell’occupazione della città: miti, parole e riti dell'impresa di Gabriele d'Annunzio a Fiume (12 settembre 1919 - Natale di Sangue 1920). Fonte: Il Piccolo -...
Cattivo Poeta

Gli ultimi slanci di un d’Annunzio decadente

Un’opera storiograficamente accurata in cui si raccontano gli ultimi due anni di vita del poeta, oramai reso inoffensivo dal regime, e si avanza l’ipotesi di una morte per avvelenamento. Con l’uscita al cinema del film Il cattivo poeta del debuttante regista Gianluca Jodice, la controversa e affascinante figura di Gabriele D’Annunzio torna a far parlare di sé. Incentrata sugli ultimi due anni di vita del poeta, l’opera racconta di come il regime fascista mise il vate sotto rigida sorveglianza attraverso l'invio di una spia al Vittoriale, il giovane segretario federale di Brescia, Giovanni Comini (l’ottimo Francesco Patanè). Allo scopo di scongiurare la manifestazione...
Labaro Reggenza AMS OK

Fiume, la città di vita cento anni dopo

Il 24 maggio 1915 il Regno d'Italia entrava nella Prima Guerra Mondiale con una serie di rivendicazioni territoriali stabilite dal Patto di Londra riguardanti il Trentino, la Venezia Giulia e la Dalmazia. Fiume avrebbe dovuto costituire il residuo sbocco all'Adriatico di un Impero austro-ungarico ridimensionato e privato di Trieste, il suo principale scalo marittimo. L'irrompere sulla scena politica del principio di autodeterminazione dei popoli, l'implosione della duplice monarchia e la nascita del Regno dei Serbi, Croati e Sloveni, le rivendicazioni di italianità da parte di Andrea Ossoinack (ultimo rappresentante del capoluogo del Carnaro al Parlamento di Budapest) e del Consiglio...
La Citta Di Vita Davide Rossi

La città di vita cento anni dopo

Davide Rossi (a cura di), La città di vita cento anni dopo. Fiume, d'Annunzio e il lungo Novecento adriatico, Wolters Kluwer - Cedam, Padova 2020, 460 pp. Questo volume condensa le relazioni di un convegno organizzato da Coordinamento Adriatico APS grazie ad un contributo della L. 72/2001, inizialmente pensato a Fiume, quindi realizzato a Gorizia, il 27 e 28 giugno 2019, intitolato Il lungo Novecento. La questione adriatica a Fiume tra le due conferenze di Pace di Parigi 1919 – 1947, in cui è emersa la centralità della città quarnerina nel XX secolo, quale ponte tra oriente ed occidente, anelito del nazionalismo italiano, cui faceva sponda un forte spirito autonomistico locale,...
Bandiera Randaccio AMS OK

D’Annunzio e Fiume: poesia e ricerca storica

La conferenza online organizzata dalla Federazione delle Associazioni degli esuli istriani, fiumani e dalmati, dedicata all’impresa del capoluogo quarnerino, ha visto la partecipazione di numerosi storici e accademici italiani di Stella Defranza - 24/12/2020 Fonte: La Voce del Popolo La Federazione delle Associazioni degli esuli istriani, fiumani e dalmati insieme ad altre associazioni culturali ed istituzioni di ricerca ha organizzato la conferenza online intitolata “D’Annunzio e Fiume a 100 anni dall’impresa: un laboratorio di idee ed utopie”. L’incontro virtuale si è potuto seguire sia su Facebook, con una diretta dalla pagina LimesClub Verona, che su Youtube, dal...
DaF100

D’Annunzio e Fiume: un laboratorio di idee ed utopie

In occasione del Centenario del Natale di Sangue che pose fine all'impresa fiumana di Gabriele d'Annunzio, si svolgerà martedì 22 dicembre dalle ore 15:00 alle 17:30  la teleconferenza "D'Annunzio e Fiume a 100 anni dall'impresa: un laboratorio di idee ed utopie". Diretta Facebook: https://www.facebook.com/limesclubverona/ Diretta YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCs_PldFZ0qAh75ncoNtfG-A A questi link sarà poi possibile rivedere la conferenza in streaming. Moderatore dell'incontro sarà l'Avvocato Mattia Magrassi (Presidente del LimesClub Verona), porterà un messaggio di saluto il Presidente di Serit Massimo Mariotti ed interverrà eseguendo alcune letture Paolo...
La Sola Ragione Di Vivere

La sola ragione di vivere

La passione di Fiume sopravviverà trasformata in splendore. La costanza di Fiume sopravviverà trasfigurata in fulgore. NOVITÀ IN LIBRERIA Emanuele Merlino (a cura di), La sola ragione di vivere. D’Annunzio, la Carta del Carnaro e l’Esercito Liberatore, con contributi di: F. Carlesi, E. Grego, M. Micich, M. Runco, Passaggio al Bosco, 2020; con il patrocinio del Comitato 10 Febbraio. Cento anni fa, l’impresa di Fiume sconvolgeva il mondo. Furono sedici mesi d’eresia, di laboratori politici, di festa e – soprattutto – d’italianità. Tutto fu ambito, tutto fu tentato. Di quella esperienza incredibile, oltre alla memoria, rimane viva la sua...
GdA A Fiume

Non ci fu un esodo di croati da Fiume nel 1920

Ripensare l’Impresa di Fiume, ma con dati storici obiettivi. Non ci fu un esodo di croati da Fiume nel 1920.   Mi è pervenuto l’intervento del Sig. Marco Barone apparso sulla rubrica "Segnalazioni" del quotidiano Il Piccolo di Trieste e sul quale avrei delle osservazioni da fare per amore dell’ obiettività storica che si basa su dati certi e non immaginari o provenienti da fonti straniere. Certamente non tutti i fiumani erano favorevoli al proseguimento dell’Impresa dannunziana. Questo accadde per la prima volta nel dicembre 1919 (circa tre mesi dopo la Santa Entrata del 12 settembre 1919 di d’Annunzio con i suoi volontari), quando il Consiglio Nazionale Italiano di...
Toscanini Fiume Autografo DAnnunzio

Il concerto di Toscanini a Fiume

Su invito di Gabriele D’Annunzio, il Maestro si esibì con la sua Orchestra a scopo di beneficenza  di Ilaria Rocchi - 19/11/2020 Fonte: La Voce del Popolo Una vicenda memorabile, che Fiume visse cent’anni fa, e che Arturo Toscanini (Parma, 1867 – New York, 1957) avrebbe ricordato per sempre, anche perché mai e poi mai nella sua vita, gli capitò – per sua stessa ammissione – di assistere a “una così schietta, intensa, plebiscitaria esaltazione di amor patrio”. L’Impresa fiumana appassionò molti in Italia e a questo sentire non si sottrasse uno dei più grandi direttori d’orchestra di tutti i tempi, che già in diverse occasioni, anche durante la Grande...