Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
July 15th, 2019
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

ZanellaLibro

La fine dell’autonomismo fiumano

È stato ricordato in questi giorni nella rubrica "Segnalazioni" del quotidiano "Il Piccolo di Trieste" che Riccardo Zanella a Fiume un secolo fa è stato «l’anti vate», come d’altro canto ha documentato Amleto Ballarini, presidente emerito della Società di Studi Fiumani, nel suo libro “L’antidannunzio a Fiume: Riccardo Zanella” (Italo Svevo, Trieste 1995). Da tale lettura si può evincere il rapporto contrastato che Zanella ebbe con Gabriele d’Annunzio, dall’iniziale simpatia per il progetto annessionista (nella fase finale dell’Impero austro-ungarico l’autonomismo fiumano, tradizionalmente lealista ma con la tutela dell’italianità cittadina tra i suoi principi,...
SenGigante

Il popolo dell’esodo giuliano-dalmata commemora Gigante e Diana

L’arca del Vittoriale degli italiani che Gabriele d’Annunzio volle destinare al Senatore Riccardo Gigante, irredentista fiumano che fu tra i più stretti collaboratori del Vate durante la Reggenza italiana del Carnaro, non rimarrà più vuota. Gli accertamenti dei Carabinieri hanno appurato che tra i resti umani rinvenuti nella fossa comune di Castua, nei pressi di Fiume, grazie alle ricerche effettuate dalla Società di Studi Fiumani ed esumati l’anno scorso vi sono anche quelli di Gigante e del vicebrigadiere dei Carabinieri Alberto Diana. Entrambi trovarono la morte appena il capoluogo del Carnaro fu occupato dall’esercito partigiano di Josip Broz “Tito” il 3 maggio 1945....
IMG 20190628 WA0029

D’Annunzio, Fiume e la Carta del Carnaro

Si è trattato di un convegno di studi all’insegna dell’interdisciplinarietà e dell’approccio da prospettive e studi diversificati: «IL LUNGO NOVECENTO La questione adriatica e Fiume tra le due Conferenze di pace di Parigi 1919-1947» si è svolto il 27-28 giugno 2019 a Gorizia a cura dell’Associazione Coordinamento Adriatico APS con il patrocinio del Comune di Gorizia e con il contributo della L. 72/2001 e successive modifiche. Introducendo i lavori il Prof. Avv. Giuseppe de Vergottini, presidente di CA ed emerito dell’Alma Mater Università degli Studi di Bologna, ha ricordato l’importanza dell’imminente centenario della spedizione di Gabriele d’Annunzio a Fiume, non...
Il Lungo Novecento Locandina

Coordinamento Adriatico affronta il centenario dell’impresa dannunziana

L’Associazione Coordinamento Adriatico APS organizza, con il contributo della Legge 72/2001 e successive modifiche e con il patrocinio del Comune di Gorizia, il convegno di studi “Il lungo Novecento. La questione adriatica e Fiume tra le due Conferenze di pace di Parigi 1919-1947”, incentrato sul centenario della spedizione di Gabriele d’Annunzio a Fiume (12 settembre 1919 – Natale di Sangue del 1920). Tale convegno, di cui usciranno entro l’anno anche gli atti, si svolgerà a Gorizia: i lavori si apriranno giovedì 27 giugno alle ore 17:00 presso la sala conferenze del Grand Hotel Entourage in Piazza Sant’Antonio 2 con il saluto delle autorità per proseguire...
StatuaDAnnunzio

D’Annunzio protagonista della sua epoca e dell’italianità adriatica

Gabriele d’Annunzio, personaggio complesso e dalle mille sfaccettature, continua a subire critiche basate su di una storiografia obsoleta e condizionata da luoghi comuni che ormai sono stati superati anche dalla divulgazione storica più recente. La stessa impresa fiumana va contestualizzata nella cornice storica che vide il deputato Andrea Ossoinack, rappresentante di Fiume democraticamente eletto, appellarsi nell’ottobre 1918 durante una delle ultime sedute del Parlamento asburgico di Budapest al principio di autodeterminazione dei popoli per spiegare la volontà di venire annesso all’Italia che il capoluogo del Carnaro andava manifestando con sempre maggior convinzione. Il...
16 1

La città di Fiume raccontata con francobolli e posta

Per ragioni conservative, il materiale esposto alla mostra “Fiume 1850-2018. La filatelia fiumana fra mito, storia ed economia 1918-1924” è stato sostituito con le rispettive riproduzioni. Resterà disponibile al pubblico sino al 30 aprile presso il Vittoriale degli italiani   Milano - Prosegue come previsto la mostra al Vittoriale degli italiani “Fiume 1850-2018. La filatelia fiumana fra mito, storia ed economia 1918-1924”. Aperta il 2 dicembre scorso nel centenario del primo francobollo emesso specificamente per la città, resterà a disposizione dei visitatori fino al 30 aprile, con un aggiornamento. Francobolli, buste, lettere e tutto il restante materiale cartaceo...
Allagalla Fiume 2

L’impresa di Fiume. Una storia… a strisce

di Ilaria Rocchi - 17/06/2018 La gestazione di questo lavoro a strisce è stata lunga e travagliata, durata oltre tre anni, come ci racconta in una calda giornata di giugno, seduti su una panca in pietra del Palazzo del Governo, sede anche dello staterello dannunziano, uno degli autori, Manlio Bonati. Non è fiumano, non ha discendenze o parentele fiumane. Parmigiano, classe 1952, si è semplicemente innamorato di questa storia, impressionato dai suoi “attori”. In primis Gabriele d’Annunzio, “che non finirà mai di stupirmi. Il Comandante è il protagonista assoluto assieme a Guido Keller e a Fiume. Giovanni Comisso mi attira nella sua grande complessità. Pietro Badoglio non lo...
Lcfe

Qui dove siamo nati saremo sempre di casa

“È una grande gioia potere essere qui e celebrare la Santa messa in onore di San Vito”. Con queste parole Mons. Christopher Zielinski, benedettino che ha avuto posizioni di particolare rilievo in Vaticano, ha iniziato l’omelia della tradizionale Santa messa in lingua italiana celebrata in onore del Santo protettore della città. In una Cattedrale gremita di fiumani la messa è stata officiata con molti riferimenti alla tradizione di queste terre e alla necessità di unire le culture di chi ha vissuto in questi luoghi. Ciò di cui ha parlato Mons. Zielinski lo si è potuto notare prima e dopo la messa, quando nella piazza davanti alla Cattedrale esuli e rimasti hanno chiacchierato a...
Porto Dellamore 1 Edizione

Fiume, il porto dell’amore

Giovanni Comisso a Fiume: Il porto dell’amore  di Gabriele Sabatini Sul far della sera del 12 settembre 1919, Gabriele D’Annunzio sale le scale che conducono al balcone del palazzo del Governo di Fiume. Di fuori, la folla esulta; il poeta prende la parola: «Italiani di Fiume! Nel mondo folle e vile Fiume è oggi il segno della libertà; nel mondo folle e vile vi è una sola cosa pura: Fiume; vi è una sola verità: e questa è Fiume; vi è un solo amore: e questo è Fiume! Fiume è come un faro luminoso che splende in mezzo ad un mare di abiezione». All’alba di quello stesso giorno, febbricitante, D’Annunzio si era posto alla testa dei suoi volontari e da Ronchi (che...
Locandina4giugno

Il Novecento dell’Adriatico orientale

Lunedì 4 giugno alle ore 18:00 presso la Casa del Ricordo di Roma (Via di San Teodoro, 72) si concluderà il ciclo dei convegni dedicati alla cultura istriana, fiumana e dalmata nel corso degli ultimi tre secoli con un approfondimento dedicato al secondo dopoguerra,introdotto e moderato dalla Prof.ssa Rita Tolomeo (Società Dalmata di Storia Patria di Roma). Lo storico serbo Bogdan Zivkovic con "Jugoslavia, PCI e la questione della minoranza italiana. Anni '50-'60" affronterà il tema degli italiani “rimasti” nella Jugoslavia di Tito dopo il Trattato di pace del 1947. La prof.ssa Donatella Schürzel, storica e studiosa di letteratura dell'Adriatico orientale, presenterà "Il mondo...