Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
June 26th, 2022
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

Casa Schittar Fiume

Casa Schittar, gioiellino in stile Liberty a Fiume

L’architetto triestino Emilio Ambrosini, come già in precedenza generosamente accennato, è stato fondamentale per la definizione urbanistica estetica di Fiume. Per le sue qualità artistiche ed esecutive il suo opus rappresenta, nel quadro dell’architettura fiumana, un momento significativo di modernità e di coerenza centroeuropea parificabile a quella delle creazioni comparse nelle altre metropoli della Monarchia danubiana. All’ alba del XX secolo i suoi disegni rivelano una certa purificazione della decorazione aggressiva, pesante dei plastici in rilievo e un’architettura che semplifica la facciata, come avviene specialmente in due grandi costruzioni sgombre degli elementi...
Titini A Fiume

3 maggio 1945, una data nefasta per Fiume

A Fiume – Rijeka è stato appena celebrato il 3 maggio, data in cui nel 1945avvenne la conquista della città da parte jugoslava. Ma a Fiume quel 3 maggio 1945 dopo la fine del regime fascista e dell’occupazione nazista, ebbe inizio la vera liberazione? Dal maggio 1945 al maggio 1954 ben 38.000 FIUMANI abbandonarono la città. La vera democrazia a Fiume – Rijeka, come in tutta la Croazia, è giunta solo con la nascita della Repubblica di Croazia dopo le guerre in ex Jugoslavia (1991-1996). È passata la celebrazione del 3 maggio a Fiume-Rijeka, ma non si parla mai delle gravi conseguenze causate dal regime di jugoslavo di Tito. È giusto ricordare la liberazione dal...
Teatro Fenice Fiume Foto Voce Del Popolo

Il Teatro Fenice di Fiume, bello e sfortunato

Fiume è stata da sempre una fucina di culture ed espressioni culturali. Ne è prova, tra l’Ottocento e il Novecento, in risposta alle necessità dei cittadini, la trasformazione della realtà urbana, per l’eterogeneità dei palazzi e l’ammodernamento delle scelte architettoniche, dal Neoclassicismo allo stile secessionistico. In concerto con tutto ciò, nella seconda metà del XIX secolo, in seguito all’abbattimento del Teatro Adamich e in attesa della sua ricostruzione, l’imprenditrice Caterina Ricotti, “conosciutissima, buonissima donna” (Varietà), fece edificare un piccolo teatro in legno nel giardino della sua abitazione (in via S. Andrea 576), dall’aspetto alquanto...
Fiume Hotel Lloyd

L’hotel Lloyd a Fiume, l’albergo di Marinetti

Fiume è proprio bella. Triste, stanca, provata, ma pur sempre intrigante e affascinante, nonostante ogni angolo, ogni viuzza, ogni palazzo dimenticati, o ignorati, invochino attenzione e aiuto. A dire il vero alcuni, adibiti soprattutto a ristoranti/trattorie/fast-food, negozi o uffici, sono stati recuperati e rivalorizzati. Molti altri, invece, aspettano silenziosamente il loro turno, semmai arriverà. Nel passargli accanto è difficile immaginarli pullulanti di persone che circolano nei loro atri, che si soffermano a chiacchierare o leggere il giornale negli eleganti caffè, che s’inebriano di aria fiumana e non vogliono andarsene. Infatti, è proprio così che si presentava il...
Paola Ramella LN 130

Cari amici dell’Adriatico orientale [Paolo Sardos Albertini]

Cari amici e fratelli, Italiani d'Istria, di Fiume, di Dalmazia, di Montenegro La Lega Nazionale ha celebrato i 130 anni della sua storia, ricordandosi anche di voi. Perchè, di questo lungo periodo che ha toccato tre secoli, che è passato dall'epoca dei tram a cavalli a quella dei computer, perchè di questi tanti decenni di storia una buona parte è stata vissuta anche con voi, anche da voi. Così al tempo della resistenza contro il genocidio asburgico: la Lega Nazionale è stata presente sui vostri territori per cercare di arginare la volontà di Francesco Giuseppe di usare ogni mezzo per cancellare la presenza italiana e slavizzare tutta questa area. Assieme abbiamo vissuto...
Florinda Klevisser Fiume

Florinda Klevisser ha realizzato la guida interattiva di Fiume

Mi accoglie nel suo salotto in Belvedere con in sottofondo il brano “Ciao ciao”, presentato da La Rappresentante di Lista all’ultimo Festival di Sanremo. Più che altro, è il testo che colpisce, prestandosi a venire inteso come una specie di premonitore dell’attuale dramma che sta vivendo l’Ucraina. La nostra chiacchierata, incentrata sull’uscita della sua Guida interattiva “Fiume” (Morellini Editore di Milano) e che sarebbe dovuta avvenire in un clima un po’ più sereno, inizia proprio da qui, dai venti di un’ennesima guerra che rischia di compromettere il mondo intero. “Sono molto preoccupata, come credo lo siano tutti in questo momento”, esordisce Florinda...
Michelle Saftich Port Of No Return

I racconti di Michelle Saftich, in cerca dall’Australia delle sue origini fiumane

(ASI) Michelle Saftich, è la figlia di Mauro Saftich, un italiano emigrato in Australia da Fiume, già città italiana, "perla del Carnaro", divenuta leggendaria per “l’impresa” del poeta - soldato Gabriele d'Annunzio. Purtroppo, le tristi vicende legate alla fine della seconda guerra mondiale, portarono alla sua occupazione (così come è accaduto alla penisola istriana) da parte dalle truppe dei partigiani di Tito, e dal febbraio del 1947 entrò definitivamente a far parte del nuovo stato socialista e dittatoriale della Jugoslavia. La quasi totalità degli italiani decise di lasciare l'amata città, e tra loro citiamo Mauro, un bambino intento a lasciare l’Italia e l’Europa per...
Belvedere 1959 2

Storia dell’istruzione italiana a Fiume: le scuole elementari

L’investimento nell’istruzione è un investimento per un futuro prospero e pacifico di cui tutti noi aspiriamo a far parte. La prima istituzione che iniziamo a frequentare una volta diventati un po’ più grandicelli è la scuola. Ed è proprio a scuola che impariamo a vivere in una comunità, a rispettarne le regole, a essere responsabili delle nostre azioni. La scuola ha anche un ruolo centrale nel mantenimento della lingua, della cultura e delle tradizioni che con essa si esprimono. E la lingua è un pilastro dell’identità di ogni nazione. La nostra lingua è quella rappresentata dal modo di esprimersi dei componenti della Comunità nazionale cui apparteniamo, cioé...
Marcel Tyberg Musicista Ebreo Fiume. Abbazia Eliminato Ad Auschwitz B

Il ricordo di Marcel Tyberg e del prof. Enrico Mihich esule fiumano

Marcel Tyberg è stato un musicista di origini ebraiche polacche (Tee-berg) nato a Vienna  il 27 gennaio 1893, che fu eliminato nel campo di sterminio nazista di Auschwitz il 31 dicembre 1944.  Tyberg da Vienna ad Abbazia (Fiume) Marcel Tyberg proveniente da una famiglia di musicisti, studiò musica sin da giovanissimo ed ebbe la possibilità di frequentare a Vienna il virtuoso violinista Jan Kubelik e di divenire amico di un altro violinista, poi direttore di orchestra viennese Rodolfo Lipizer. Nel 1916 la famiglia Tyberg, in pieno conflitto mondiale, si trasferì da Vienna ad Abbazia, splendida località turistica balneare a pochi chilometri da Fiume e conosciuta come la “perla...
Guido Pallotta Ultimo Legionario

“Fiume l’amavo come una donna”

Introduzione di Giordano Bruno Guerri a “L’ultimo legionario - Un diciottenne a Fiume", di Guido Pallotta (ed. Diarkos), pubblicata da “La Verità” Nei ricordi di Giovanni Comisso - ragazzo a Fiume - si legge: «Tu devi sapere che sei giunto in una città pericolosa per i tuoi giovani anni», dicono alcuni ufficiali a un ragazzo appena arrivato, «qui si fa senza alcun ritegno tutto ciò che si vuole. Le forme di vita più basse e più elevate qui s' alternano non altrimenti che la luce e le tenebre». Un altro futuro scrittore, Marcello Gallian, diciassettenne di guardia all'Ufficio informazioni, avverte «un grande odore di perdizione. L'amavo come una donna, quella città,...

 ”VERITA’ INFOIBATE
Il Ricordo a Bergamo

GUARDA LA DIRETTA

Intervengono:
Fausto Biloslavo il Giornale
Matteo Carnieletto il Giornale
Maria Elena Depetroni Anvgd Bg
Coordinamento : Viviana Facchinetti

×