Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
May 14th, 2021
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

Radici Irredentismo

Alle radici dell’irredentismo

Venerdì 26 marzo sulla Pagina Facebook della Lega Nazionale, si è tenuta in diretta streaming la presentazione del volume "Alle radici dell'Irredentismo": http://www.facebook.com/watch/live/?v=433431951092925&ref=watch_permalink&t=7 Hanno partecipato il Presidente dello storico sodalizio, Avv. Paolo Sardos Albertini, e l’autrice del libro, la dott.ssa Pamela Tedesco. Il noto storico triestino Giulio Cervani definì come «corsa alla priorità delle origini» lo scontro tra gli storiografi giuliani e quelli croati, che contraddistinse la seconda metà dell'Ottocento. Lo studio della storia, infatti, divenne uno degli strumenti caratterizzanti la lotta politico-nazionale...
Bersa

La guerra al Regno di Jugoslavia

20 PUNTI (FERMI) SULLA GUERRA AL REGNO DI JUGOSLAVIA   * 25 marzo 1941: a Vienna, al Palazzo del Belvedere, il Regno di Jugoslavia sottoscrive un patto con le potenze dell'Asse, Germania e Italia, che sono in guerra contro Francia e Gran Bretagna; la Germania dal settembre 1939, l'Italia dal 10 giugno 1940. La Germania è anche legata all'URSS dal patto Molotov - Ribbentrop.   * 26 marzo 1941: a Belgrado un golpe militare (finanziato dagli Inglesi) esautora il governo legittimo, manda in esilio il Reggente Paolo (a favore del «re fanciullo» Pietro) e denuncia il patto del Belvedere   * 27 marzo 1941: Churchill annuncia di aver stretto un patto con il...
Foiba Di Basovizza 547x264

1 maggio 1945 Le foibe… un incubo

1 maggio 1945: Trieste è pronta a festeggiare la fine di una guerra, lunga e dolorosa. Il giorno precedente i Volontari della Libertà, gli uomini del C.L.N. guidati da don Marzari, hanno preso il controllo della città, sottraendolo alle truppe tedesche ( e la mediazione del Vescovo mons. Santin è riuscita anche a salvare il porto e le altre strutture della città). La guerra è dunque finita ed i Triestini si accingono a festeggiare la pace, come armai si fa in tutt’Italia ed in tanta parte d’Europa. Ma la realtà che scoprono, quella mattina del 1 maggio, è tutt’altra. I nuovi arrivati, le truppe comuniste jugoslave del maresciallo Tito, non sono portatori di pace, sono...
Foiba Di Basovizza Giorno Del Ricordo 2021

Cerimonia del Giorno del Ricordo alla Foiba di Basovizza

Mercoledì 10 febbraio la consueta cerimonia del Giorno del Ricordo al Monumento Nazionale della Foiba di Basovizza (TS) si è svolta con un numero limitato di presenze causa l'emergenza Covid. Sono intervenuti il Sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, il Vescovo della diocesi giuliana Giampaolo Crepaldi, il Presidente del Comitato per i Martiri delle Foibe Paolo Sardos Albertini, il Presidente della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga ed il Prefetto di Trieste Valerio Valenti. Il Presidente del Centro di Documentazione Multimediale per la Cultura giuliana, istriana, fiumana e dalmata Renzo Codarin ha dichiarato che «i discorsi delle autorità intervenute sono stati...
Beati Martiri Del Comunismo

Onore ai «nemici del popolo» martiri del comunismo

Dopo il 13 luglio: Slovenia & Italia verso una memoria comune  di Paolo Sardos Albertini - 04/09/2020 - Fonte: Lega Nazionale L'atto compiuto dai Capi di Stato sloveno e italiano il 13 luglio al Sacrario di Basovizza ha avuto un significato ben preciso: rendere, insieme, onore alle vittime del terrore titoista, un omaggio comune ad Italiani e Sloveni che erano stati trucidati come «nemici del popolo» e che vengono ora ricordati come vittime innocenti. E' stato quello un momento importante per il realizzarsi di una «memoria comune» che renda finalmente esplicita la verità di quanto accaduto: una immane tragedia che ha coinvolto un numero incredibile di vittime e che ha...