Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
January 28th, 2022
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

Testata Il Piccolo

Il quotidiano triestino “Il Piccolo” compie 140 anni

Il 29 dicembre 1881 appariva "Il Piccolo", quotidiano in lingua italiana di Trieste ancora sottoposta alla dominazione dell'Impero austro-ungarico. La testata, che deve il suo nome al formato ridotto con cui veniva stampata rispetto ad altri fogli giornalistici dell'epoca, fu subito la voce della classe dirigente liberalnazionale triestina di lingua e cultura italiana, sfidando più volte l'occhiuta censura asburgica nel concedere spazio a iniziative e questioni di carattere irredentista. L'editoriale di presentazione Ai lettori recitava: Compendiamo in poche parole il nostro programma. Saremo indipendenti, imparziali, onesti.  Ecco tutto.  Il Piccolo si identificò così a...
IMG 2685

Proverbi e detti: i “VIZ” o “WITZ”

Frizzo, freddura, motto di spirito. “Pachi natalizi a rate? No, coi soldi in man; ma alòra no ga più viz; coi soldi in man te li trovi per ogni cantòn” Così riportava Enrico Rosamani nel suo “Vocabolario Giuliano dei dialetti parlati nella Regione giuliano-dalmata quale essa era stata costituita di comune accordo tra i due Stati interessati nel Convegno di Rapallo del 12/11/1920”, edito nel 1958. Proverbi e detti che spesso venivano modificati nei vari dialetti di diverse influenze, da Trieste a Pola, da Rovigno a Muggia, da Zara a Veglia. Ma il senso ultimo restava lo stesso. Il folclore non è solamente una raccolta ad esame di credenze e di opinioni...
Senato Della Repubblica

Rifinanziate le Leggi 72 e 73 a favore dell’italianità adriatica

Buone notizie da Roma per gli esuli e la Comunità nazionale italiana in Slovenia, Croazia e Montenegro. La Commissione Bilancio del Senato ha infatti approvato l'emendamento alla Legge di bilancio dello Stato italiano per il 2021 che mantiene i finanziamenti per gli esuli e la minoranza. Quale l'importanza di questo provvedimento per la CNI? Lo abbiamo chiesto al presidente dell'Unione italiana, Maurizio Tremul. "L'importanza è fondamentale perchè in questo modo potremo mantenere e continuare a operare per il mantenimento della lingua, della cultura e dell'identità degli italiani in Croazia e Slovenia, e quindi per i finanziamenti a favore delle scuole, delle istituzioni, delle...
Confine Di Rapallo 1920

Il confine orientale italiano

I confini di uno Stato possono essere tracciati nelle loro linee secondo quattro diversi criteri: la geografia, l’etnografia, la storia e le necessità della difesa dello Stato stesso. Già ai tempi dei Romani la difesa del Confine Orientale era una questione di essenziale importanza, essendo il più minacciato di  tutta la catena delle Alpi, e pertanto già dal 128 a.c. venne innalzato un primo vallo esterno da Longatico alle rive del Quarnero e da Fiume il vallo romano muoveva in direzione di Plana sino a toccare le pendici del Monte Nevoso, ove insisteva un campo militare stanziale e particolarmente strategico, il Castrum Catalanum, che i montanari locali indicavano come “il...
Noi Esuli

Noi esuli, progetto multimediale di CDM e Anvgd

La rassegna stampa di come il quotidiano triestino "Il Piccolo" affrontò la catastrofe dell'Esodo giuliano-dalmata, in una fase storica in cui il destino del capoluogo giuliano era ancora incerto. Immagini dagli archivi del Centro di Documentazione Multimediale della Cultura giuliana, istriana, fiumana e dalmata (CDM) e documentari dell'Istituto Luce. Testimonianze raccolte intervistando chi visse la catastrofe che sradicò da Istria, Carnaro e Dalmazia il 90% della comunità italiana autoctona che viveva in quelle terre da secoli. La storia raccontata attraverso i podcast di come lo sport abbia rappresentati il riscatto per tanti atleti provenienti da quelle...
Spaccato Foiba Basovizza

Il Carso e le sue foibe

Il carso, terra arida, aspra, brulla e sassosa, solcato dalle gelide folate della bora che ne fende le pendici, inasprisce il lavoro  dell’agricoltura che i popoli giuliani e istriani hanno saputo comunque sfruttare, adattando e alternando campo dopo campo vitigni e pastorizia. La pecora istriana simbolo dell’Istria, nota anche come carsolina o dalmata-carsica sviluppatasi nell’Adriatico settentrionale e nell’altopiano carsico italiano, sloveno e croato, derivava dall’incrocio di animali italiani con pecore dei Balcani, portate principalmente dalla comunità dacia. Giunte nel Carso con l’invasione ottomana nel XVII secolo venne allevata nelle aree carsiche. Le greggi...
Bruni23a9

Grande interesse per l’inaugurazione della Bancarella, oggi si comincia già al mattino

«Creare un evento del genere 25 anni fa sarebbe stato molto più difficile». Sono le parole con cui il sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza, ha dato il via dell’edizione 2021 de “La Bancarella - Salone del libro dell’Adriatico Orientale”, evento organizzato dal Centro di Documentazione Multimediale della cultura giuliana, istriana, fiumana e dalmata (CDM) con la collaborazione del Comitato provinciale di Trieste dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. «Questa è la dimostrazione di come, nel corso degli ultimi cinque lustri, molte cose sono cambiate - ha aggiunto il primo cittadino - e sono orgoglioso di aver iniziato questa via del dialogo e del guardare al futuro...
Unnamed 2

Giovanni Radossi Presidente onorario UI

Storico direttore e cofondatore del Centro di ricerche storiche di Rovigno, professore e politico, Giovanni Radossi è stato eletto presidente onorario dell’Unione Italiana, a tempo indeterminato e a titolo onorifico. Lo ha stabilito ieri l’Assemblea, con 40 voti favorevoli, nel corso della sua quindicesima sessione, presso il Teatro cittadino “Antonio Coslovich” di Umago. A trent’anni dalla sua costituzione, l’associazione degli italiani in Croazia e Slovenia guarda ai soci che hanno segnato sia il suo percorso che quello complessivo della stessa Comunità Nazionale Italiana, contribuendo così al mantenimento di lingua, cultura e identità in queste terre, dopo che la...
01 1206 Trieste

Trieste porta multiculturale d’Europa

Letteratura, politica e storiografia anglosassoni hanno tradizionalmente guardato con interesse e curiosità a Trieste, non solo come snodo geopolitico ("Da Stettino nel Baltico a Trieste nell’Adriatico una cortina di ferro è scesa attraverso il continente" denunciava Winston Churchill il 5 marzo 1946), ma anche come città multiculturale. Appendice estrema d'Italia, sbocco al mare della Mitteleuropa e avamposto verso i Balcani, il porto giuliano è stato ad esempio oggetto di studio dello storico Neil Kent, il quale gli ha dedicato il saggio "Trieste. Adriatic emporium and gateway to the heart of Europe" (Hurst, Londra 2011)....
Dante Irredentismo

Dante icona nazionalpopolare

Tra le tante iniziative che caratterizzano il 2021 in cui ricorrono i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, segnaliamo una mostra di cartoline ed immagini che dimostrano la potenza evocativa della figura del Sommo Poeta fiorentino. Le prime pubblicità commerciali e la propaganda politica hanno attinto copiosamente in età contemporanea al repertorio di citazioni dantesche ed hanno utilizzato le rappresentazioni più popolari del "Ghibellin fuggiasco". Particolarmente interessanti all'interno della mostra "Dante in cartolina", allestita a cura di Emanuela Accornero presso Villa De Claricini Dornpacher a Bottenicco di Moimacco (UD) fino al 9 novembre, le immagini di propaganda...

 ”VERITA’ INFOIBATE
Il Ricordo a Bergamo

GUARDA LA DIRETTA

Intervengono:
Fausto Biloslavo il Giornale
Matteo Carnieletto il Giornale
Maria Elena Depetroni Anvgd Bg
Coordinamento : Viviana Facchinetti

×