Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana Dalmata
August 9th, 2022
+39 040 771569
info@arcipelagoadriatico.it

Archive: Posts

Norma 800 800

Norma Cossetto, Porzûs, Vergarolla. Volti e storie di stragi dimenticate

Raimo e Montanari permettendo, torniamo sulla tragedia negata degli italiani d'Istria, Dalmazia e Venezia Giulia. Che solo un imbecille può affermare che abbia qualcosa a che vedere con la Shoah, solo che è stata una tragedia immane. Di cui le foibe fanno da apice. Continua su http://www.ilfoglio.it/uffa/2022/02/22/news/norma-cossetto-porzu-s-vergarolla-volti-e-storie-di-stragi-dimenticate-3715630/ Giampiero Mughini Fonte: Il Foglio - 22/02/2022 Un bel articolo di Giampiero Mughini su Il Foglio. Mughini, ricordando il dalmata Enzo Bettiza e il suo libro 'Esilio', difende dai Montanari, Raimo, Barbero e altri il Giorno del Ricordo e con esso l' immane tragedia del popolo...
10 Febbraio Giorno Del Ricordo

La programmazione televisiva del Giorno del Ricordo 2022

Una pagina tragica della storia italiana, una terra ferita e contesa, schiacciata dalle tensioni di confine in una Italia ai bordi della Cortina di Ferro. Istria e la Dalmazia tra il 1943 e il 1947 divennero teatro di stragi, di vite risucchiate nel buio delle foibe, le cavità carsiche di cui è costellato il territorio della Venezia Giulia, luogo da cui partirono in migliaia temendo per la propria sopravvivenza. Il Parlamento ha scelto la giornata del 10 febbraio come Giorno del Ricordo, in memoria delle vittime delle foibe e degli esuli giuliano-dalmati, e la Rai dedicherà trasmissioni, approfondimenti e una programmazione speciale su tv, radio e web a questa ricorrenza. Tutte le...
1946 08 18 Vergarolla Da Grido Dell Istria

Ha un nome l’uomo della foto della strage di Vergarolla

75 anni fa l'esplosione a Pola che dilaniò cento persone. Bruno Castro, testimone diretto, dal Canada racconta per la prima volta la verità sulla foto simbolo della foto con la bambina decapitata. Un colpo secco come di pistola, poi la fine del mondo: un’esplosione frantuma le rocce su cui migliaia di persone si stanno godendo l’assolata domenica di agosto, la pineta divampa in un rogo, il mare si arrossa di sangue e i gabbiani impazziti si contendono i resti umani che piovono dal cielo. Mentre un fungo di fumo si alza dalla spiaggia, per un raggio di chilometri la città intera sobbalza mandando in pezzi vetrine e finestre. Pola, Italia, 18 agosto 1946, oggi 75 anni...
Geppino Micheletti

Micheletti medico ed eroe di Vergarolla

Annamaria Crasti, responsabile del Comitato provinciale di Milano dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia per i rapporti con le scuole, è un’ esule istriana che ha trascorso parte della sua fanciullezza ad Orsera d’Istria, nel territorio di Pola, oggi parte della Croazia. Nell’articolo riportato qui di seguito, ricorda uno dei tragici eventi e un medico che rimase in ospedale ad assistere i feriti che arrivavano, senza sosta, restò al suo posto anche quando scoprì che tra i feriti c’erano i suoi due figli, che purtroppo non riusciranno a sopravvivere.   18 Agosto 1946: a Pola si muore. Tra le 110 vittime, ufficiali e no, della più grave strage avvenuta...
Un Soccorritore Corre Sulla Spiaggia Con In Braccio Una Bambina Colpita A Morte

Sulla spiaggia di Pola fu vera strage

Un’esplosione che sembra uscire dalle viscere della terra solleva la città frantumando vetrine e finestre per un raggio di chilometri, mentre un fungo osceno di fumo oscura il cielo...  di Lucia Bellaspiga - 18/08/2020 - Fonte: Avvenire Un’esplosione che sembra uscire dalle viscere della terra solleva la città frantumando vetrine e finestre per un raggio di chilometri, mentre un fungo osceno di fumo oscura il cielo di un assolato pomeriggio di agosto. Decine di corpi sono scagliati nel mare e pendono dai rami della pineta, molti irriconoscibili, alcuni polverizzati. Sono oltre un centinaio, ma solo a 64 sarà infine possibile dare nome e cognome, per gli altri ci si affiderà...
IMG 20200819 WA0004

Trieste ha commemorato Vergarolla

Martedì 18 agosto anche Trieste ha commemorato quel che successe a Vergarolla il 18 agosto 1946. Una delegazione del comitato provinciale di Trieste dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia ha presenziato alla deposizione di una corona di fiori sul cippo sito sul colle di San Giusto assieme alle associazioni combattentistiche e d’arma e ad altre sigle patriottiche e della diaspora adriatica. In pieno rispetto delle norme sanitarie anti-Covid19 il Presidente della Federazione Grigioverde Diego Guerin ha proferito un’allocuzione in ricordo delle vittime a seguito di una breve messa con la conseguente benedizione della stele ad opera di don Francesco.   Presso il...
Foto Storica Scattata Subito Dopo Lesplosione A Vergarolla

Vergarolla, una strage dimenticata

La prima strage nella storia della Repubblica Italiana, e la più grave.  di Petra Di Laghi - 03/08/2020 - Fonte: Mediterraneo e dintorni Domenica 18 agosto 1946. Ore 14.10. Uno scoppio assordante sulla spiaggia di Pola, in Istria, mentre sono in corso alcune gare natatorie che coinvolgono molti giovani e bambini, semina morte e feriti innocenti. Non si ha il numero esatto delle vittime, ma tra quelle identificate e sepolte (64) e quelle non identificate (una quarantina) sappiamo che si tratta della prima strage della Repubblica Italiana. E anche la più grave, sia sotto il profilo tristemente legato al numero dei morti, sia per le conseguenze irreversibili e fatali determinate sulla...
La Prima Pagina Del Quotidiano L’Arena Di Pola Del 20 Agosto 1946

Una commissione d’inchiesta sulla strage di Vergarolla

IL 18 AGOSTO 1946 LA STRAGE DI VERGAROLLA (POLA). MERLINO (PRESIDENTE C10F) “UNA COMMISSIONE PARLAMENTARE D’INCHIESTA PER INDIVIDUARE I RESPONSABILI DI QUESTO ATTO TERRORISTICO. APRIRE GLI ARCHIVI DELLA EX-JUGOSLAVIA.” Roma 17 agosto 2020 - Ricorre domani, martedì 18 agosto, il 74° anniversario della strage avvenuta sulla spiaggia di Vergarolla, a Pola. Quel giorno del 1946, alle 14.15, l’esplosione non accidentale di materiale bellico accatastato sull’arenile provocò la morte di 65 persone accertate e 211 feriti, tutti italiani che stavano assistendo a una manifestazione sportiva. I morti in effetti furono almeno un centinaio, ma i cadaveri fatti a pezzi dalla...
Geppino Micheletti

Narni, giardini intitolati a Geppino Micheletti

Saranno intitolati alla memoria di Geppino Micheletti i Giardini del Pesce di Porta Ternana di Narni. Lo ha deciso il Consiglio comunale che con voto unanime ha dato mandato al sindaco e alla giunta di dare seguito all’iniziativa per onorare la memoria di un eroe della Seconda Guerra mondiale.La decisione ha mosso dalla volontà del Consiglio di rendere omaggio ad un figura che nel dramma della guerra si distinse particolarmente in un episodio in cui Micheletti, pur colpito da un immane dramma personale, continuò a prestare soccorso ai tanti feriti provocati da una serie di esplosioni. La storia di Micheletti - Geppino Micheletti fu un chirurgo pluridecorato che affrontò alcuni dei...
LpV

Lacrime per Vergarolla

Lacrime per Vergarolla - La Stagione Armonica Lacrime per Vergarolla è il titolo di una composizione corale scritta espressamente per questa occasione e proposta dunque in prima esecuzione assoluta. Si tratta di un compianto per ricordare la strage scomparsa oggi dalla memoria collettiva, avvenuta sulla spiaggia di Pola (Vergarolla, appunto) il 18 agosto 1946, in cui morirono circa cento persone, tra mamme, bambini e altri innocenti. Quell’attentato sollecitò ulteriormente l’esodo di circa trecentomila istriani, giuliani e dalmati che scelsero di abbandonare la propria terra cercando rifugio in vari paesi del mondo, ma soprattutto in Italia, dove spesso furono accolti...

 ”VERITA’ INFOIBATE
Il Ricordo a Bergamo

GUARDA LA DIRETTA

Intervengono:
Fausto Biloslavo il Giornale
Matteo Carnieletto il Giornale
Maria Elena Depetroni Anvgd Bg
Coordinamento : Viviana Facchinetti

×